Rent to buy immobiliare: cos'è e come si applica?

09/02/2015

2.984 volte
Il rent to buy si qualifica come una operazione contrattuale unitaria attraverso la quale la parte concedente (proprietaria dell'immobile) offre, a chi ha intenzione di acquistare un immobile, la possibilità di conseguire da subito il godimento del medesimo, con pagamento di un canone periodico rinviando ad un momento successivo l'acquisto e il pagamento del relativo prezzo, dal quale verranno scomputati, in tutto o in parte, i canoni pagati in precedenza (art. 23 decreto-legge n. 133/2014 convertito dalla legge n. 164/2014).

Il Consiglio Nazionale del Notariato, in riferimento alle previsioni contenute nel citato articolo 23 del decreto-legge n. 133/2014, ha presentato il 23 gennaio scorso a Milano - in occasione del convegno: "La disciplina del rent to buy: tutele sostanziali e questioni tributarie", organizzato dalla Fondazione Italiana del Notariato in collaborazione con il Consiglio Notarile di Milano - uno schema contrattuale idoneo per il rent to buy, per agevolare operativamente l'applicazione dell'istituto, e un decalogo informativo per i cittadini per orientarli ed informarli su questa modalità di acquisto.

In sintesi, la nuova tipologia contrattuale si articola nelle seguenti 4 fasi che vengono dettagliatamente disciplinate dallo schema tipo contrattuale predisposto dal Consiglio nazionale del Notariato:
  • il potenziale acquirente/parte conduttrice, acquisisce fin da subito la disponibilità dell'immobile versando un canone periodico comprensivo sia della quota da imputare al godimento che di quella da imputare al prezzo di vendita;
  • la parte conduttrice entra nell'immediato godimento dell'immobile assumendosi tutti i rischi derivanti dall'uso e provvedendo alle eventuali, se previste, spese condominiali e comunque a tutte le spese riferite alla ordinaria manutenzione dell'immobile;
  • la parte conduttrice ha il diritto scegliere se acquistare la proprietà dell'immobile, entro un termine predeterminato, pagando una somma a saldo del prezzo, che tiene conto, in tutto o in parte, di quanto già versato;
  • l'acquisto definitivo dell'immobile cui si applica di conseguenza l'ordinaria disciplina in materia.

In allegato lo schema contrattuale ed il decalogo informativo predisposti dal Consiglio nazionale del Notariato

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa