Architetti e Ingegneri: come affrontare le criticità e le innovazioni della professione

03/11/2015

2.725 volte
Giovedì 5 novembre dalle 15.30 alla Casa dell'Architettura (piazza Manfredo Fanti, 47) si terrà il convegno "La professione. Criticità e innovazione". L'evento, promosso e organizzato dall'Ordine degli architetti P.P.C. di Roma e Provincia, in collaborazione con l'Ordine degli Ingegneri, vuole approfondire le criticità più rilevanti della professione, cercando di capire come affrontarle. Si parlerà, in particolare, della de-materializzazione delle pratiche edilizie, quindi della trasmissione telematica dei disegni e dell'elaborazione on-line della procedura.

Ne parleranno, dopo i saluti dell'ingegnere Carla Cappiello, Presidente dell'Ordine degli ingegneri di Roma e di Livio Sacchi, Presidente dell'Ordine degli architetti PPC di Roma e provincia, il Professore Giovanni Caudo "La trasparenza nelle procedure", l'Ingegnere Antonello Fatello "Aggiornamento normativo e semplificazione", l'Architetto Massimiliano Cafaro "L'innovazione a Roma. La trasmissione telematica dei progetti e lo svolgimento online delle pratiche".

A seguire l'intervento dell'Architetto Fabrizio Pistolesi, Tesoriere Ordine Architetti P.P.C. di Roma e provincia, su "Lo Stato d'avanzamento dell'agenda per la semplificazione 2015-2017 per l'Edilizia e illustrazione della proposta di semplificazione al Governo della Conferenza degli Ordini degli Architetti d'Italia". Coordinerà l'incontro l'ingegnere Ruggero Giannini, Referente Area Urbanistica per l'Ordine degli Ingegneri e l'Architetto Giorgio Tamburini, Consigliere Ordine Architetti P.P.C. di Roma e provincia. © Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa