Contabilizzazione del calore obbligatoria: tutte le novità dall'1 gennaio 2017

11/02/2016

9.423 volte

Con la pubblicazione della Direttiva 2012/27/UE del 25 ottobre 2012 (entrata in vigore il 4 dicembre 2012), si è imposto agli Stati membri di conseguire un obiettivo nazionale indicativo globale di risparmio energetico pari al 9% entro il 2016, mediante servizi energetici e altre misure di miglioramento dell’efficienza energetica.

Entrando nel dettaglio, la Direttiva ha imposto, entro il 31 dicembre 2016, l’adozione di contatori individuali per misurare il consumo di calore e di acqua calda per ciascuna unità immobiliare facente parte di un condominio o di un edificio polifunzionale servito da un impianto termico centralizzato o da teleriscaldamento.

In Italia è stata pubblicata a febbraio 2013 la Norma UNI 10200 recante "Impianti termici centralizzati di climatizzazione invernale e produzione di acqua calda sanitaria - Criteri di ripartizione delle spese di climatizzazione invernale e produzione di acqua calda sanitaria" che fornisce i criteri per ripartire la spesa totale di riscaldamento e acqua calda sanitaria e si applica agli edifici di tipo condominiale dotati di impianti termici centralizzati...


Vuoi continuare a leggere questo articolo?
o Registrati



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa