Concorso di idee: Curare lo Spirito nei luoghi della cura del corpo

03/08/2018

2.004 volte
Concorso di idee: Curare lo Spirito nei luoghi della cura del corpo

È stato pubblicato il bando della ASL Roma 1 in partnership con il Tavolo Interreligioso di Roma e con la collaborazione dell’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia per l’ideazione di uno spazio di meditazione, silenzio e preghiera aperto a tutte le fedi all’interno dell’ospedale San Filippo Neri e Santo Spirito.

Le proposte, con l’intento di proseguire il percorso di umanizzazione delle cure già avviato da tempo dalla Azienda sanitaria, dovranno elaborare progetti per la realizzazione di uno spazio modulare non consacrato di circa 35 mq, da utilizzare come luogo di meditazione e preghiera, che rispetti le varie culture e fedi e sia accessibile ai diversamente abili.

Il Concorso di idee ha la finalità di valutare le migliori proposte progettuali aventi come tema la definizione architettonica di un luogo da dedicare per la preghiera interreligiosa e la meditazione nei presidi ospedalieri, inteso come spazio tipo che sarà contestualizzato sulla base delle caratteristiche strutturali ed architettoniche presenti nei luoghi di realizzazione.

Tale spazio tipo è costituito da una stanza di 35 mq. (7m x 5m), con un'altezza media di 3,5 m, nella quale è presente una fonte di luce naturale da ubicare liberamente. L'accesso allo spazio ha luogo da una doppia porta, che vuole essere un portale sia pur di misura ridotta, oggetto di specifica definizione progettuale/artistica.

Lo spazio interno dovrà permettere la convivenza, la meditazione e la preghiera dei singoli, appartenenti a culture e/o religioni diverse, senza far emergere alcuna indicazione specifica. Pertanto lo spazio dovrà avere la connotazione di luogo di meditazione e di preghiera ed essere svincolato da ogni riferimento specifico alle singole religioni.

In ogni caso tale spazio non va considerato come un luogo di culto ma come luogo di meditazione e preghiera, non consacrato, nel quale non sono previsti riti, funzioni e/o celebrazioni religiose. Potranno essere previsti uno o più punti di focus, le cui caratteristiche sono oggetto del concorso, quindi di libera interpretazione da parte dei partecipanti.

L'immagine complessiva dello spazio dovrà essere pensata nel rispetto delle varie culture. Il luogo dovrà essere accessibile e visitabile anche ai diversamente abili.

Lo spazio dovrà tener conto dell'esigenza di una continua manutenzione per garantire la massima igiene indispensabile in ambiente ospedaliero. Si richiede, quindi, un attento uso dei materiali.

In considerazione del fatto che la componente artistica, in questo caso soprattutto quella non figurativa, è in grado di fungere da elemento di aggregazione e accordo, le eventuali forme d'arte non dovranno essere di tipo iconografico. Si potrà ricorrere all'uso di tecnologie e di materiali diversi (ad esempio Light Engineering).

Referente

Il R.U.P. del concorso a cui fare riferimento per qualsiasi informazione è l'Arch. Giorgia Zunino, tel. 06.6835-2457 ASL Roma I , Borgo S. Spirito 3, 00193 Roma, curarelospirito@aslromal.it

Requisiti di partecipazione

La partecipazione al concorso è consentita agli Architetti e agli Ingegneri edili dell'Unione Europea, anche iunior, regolarmente iscritti ai rispettivi Albi professionali nei paesi d'appartenenza, cui non sia limitato l'esercizio della libera professione sia per legge sia per contratto. La partecipazione può avvenire sia in forma singola che in gruppo.

Nel caso di gruppo di lavoro i concorrenti nomineranno al loro interno un capogruppo al quale verrà delegata la titolarità ad interloquire con l'Organismo banditore.

Sono ammessi al concorso Architetti o Ingegneri regolarmente iscritti ad Albi nazionali di Stati extra U.E. che, in accordo con l'Unione europea, contemplino l'equiparazione dei requisiti e l'equipollenza delle professionalità.

I partecipanti al concorso possono avvalersi di consulenti e/o collaboratori (artistici, tecnologi, esperti di materiali e tecniche di installazione, ecc.).

Ad ogni effetto della presente consultazione ogni gruppo di concorrenti avrà, collettivamente gli stessi diritti di un singolo concorrente. A tutti i componenti del gruppo di progettazione è riconosciuta, a parità di titoli e di diritti, la paternità della proposta concorrente.

La partecipazione a qualsiasi titolo (capogruppo, membro del gruppo, consulente, collaboratore) di un concorrente a più di un raggruppamento comporta l'esclusione dal Concorso sia del singolo concorrente che del gruppo o dei gruppi di cui il medesimo risulta essere componente.

Al presente Concorso non è ammessa la partecipazione a:

  • componenti del Comitato d'Onore, del Comitato scientifico e della Commissione valutativa, loro coniugi, parenti ed affini sino al III grado;
  • amministratori, consiglieri, consulenti e dipendenti dell'organismo banditore;
  • coloro che abbiano qualsiasi rapporto di lavoro o collaborazione continuativa e notoria con i membri del Comitato d'Onore, del Comitato scientifico e della Commissione valutativa;
  • coloro che partecipano alla stesura del Bando di Concorso;
  • dipendenti pubblici, ivi compresi i docenti universitari a tempo pieno.

Esito del concorso e premi

Il concorso prevede  che ai primi due lavori in graduatoria andrà un riconoscimento  economico di € 3.000,00 ciascuno. Al primo classificato la ASL Roma I, si riserva di affidare, previo reperimento delle risorse per la realizzazione, l'incarico di elaborare il progetto esecutivo che attuerà le idee proposte nel modulo spaziale del concorso, opportunamente adeguate allo spazio individuato  all'interno del Presidio Ospedaliero San Filippo Neri e/o Santo Spirito.

La ASL si riserva la possibilità di affidare al secondo classificato il secondo incarico. Ai fini del calcolo dell'onorario professionale relativo alla fase del progetto esecutivo il gruppo partecipante sarà da considerarsi al pari di un partecipante singolo e tale compenso sarà effettuato nel rispetto della normativa vigente.

Termine ultimo per l’iscrizione al concorso: 10 ottobre 2018

Termine ultimo di invio delle eventuali richieste di chiarimenti: 11 agosto 2018

Risposte richieste di chiarimenti entro: 10 settembre 2018

Termine ultimo per la consegna della proposta progettuale: 10 ottobre 2018

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa