Il BIM nella pratica: esperienze applicative e strumenti

18/09/2018

1.458 volte

Giovedì 4 ottobre 2018, a Napoli, progettisti, imprese di costruzioni e le principali case ideatrici di software BIM (Allplan Italia, Autodesk, Bentley Systems e Graphisoft SE) si confronteranno sul tema della digitalizzazione del settore delle costruzioni, nel corso del Seminario Il BIM nella pratica: esperienze applicative e strumenti”, organizzato da OICE (Associazione delle organizzazioni di ingegneria, di architettura e di consulenza tecnico economica) con il patrocinio morale dell'Unione Industriali di Napoli.

L'incontro - introdotto da Antonio Vettese, consigliere OICE, e aperto dai saluti di Vito Grassi, presidente dell'Unione, e Giovanni Kisslinger, presidente della Consulta interregionale OICE - si caratterizzerà per un approccio estremamente pratico ai temi della digitalizzazione applicata alle opere pubbliche sia nelle relazioni delle case produttrici di software, sia nelle esperienze concrete illustrate da ETS, GAe Engineering e SWS in ambiti anche molto diversi uno dall'altro.
All'incontro parteciperà il Provveditore alle opere pubbliche per la Lombardia e l'Emilia-Romagna, Pietro Baratono che svolgerà uno degli interventi programmati; è previsto anche un dibattito/confronto fra i partecipanti e le software house che ci aspettiamo ricco di spunti e che verrà seguito dalle conclusioni del presidente OICE, Gabriele Scicolone. Per i dettagli si allega il programma preliminare.

La progettazione tridimensionale rappresenta una sfida per chi opera nel settore anche se è ormai una realtà in uso da anni a livello internazionale. Il BIM (“Building Information Modelling”) in particolare è un processo innovativo e avanzato che consente di ottenere costruzioni di qualità più elevata con costi e tempistiche più contenuti attraverso l'applicazione di software sviluppati da alcune importanti aziende per le fasi di progettazione, realizzazione e la manutenzione delle opere.
L'urgenza di approfondire i contenuti di questi strumenti emerge anche dall'imminente entrata in vigore dell'obbligo di applicazione del BIM nel settore della progettazione di opere pubbliche (a partire dal primo gennaio 2019 per interventi oltre i 100 milioni).

OICE e  Unione Industriali di Napoli invitano gli operatori del settore a partecipare attivamente a questa nuova sfida iscrivendosi al più presto (posti limitati) accedendo alla piattaforma di registrazione www.oice.it/iscrizione

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa