Concorso di progettazione per la realizzazione dell’intervento innovativo di rigenerazione del nuovo complesso scolastico Carracci

15/11/2018

1.982 volte
Concorso di progettazione per la realizzazione dell’intervento innovativo di rigenerazione del nuovo complesso scolastico Carracci

Oggetto del Concorso di progettazione è l’acquisizione, dopo l’espletamento del secondo grado, di un progetto con livello di approfondimento pari a quello di un "Progetto di fattibilità tecnica ed economica” inerente i lavori di “Realizzazione dell’intervento innovativo di rigenerazione del nuovo complesso scolastico Carracci” (CPV 71221000-3), a basso impatto ambientale in conformità ai criteri ambientali minimi (CAM) ai sensi dell’art. 34, comma 2 del D.Lgs. 50/2016, con la conseguente individuazione del soggetto vincitore a cui affidare ai sensi dell’art. 154, comma 4 del D.Lgs. 50/2016 la redazione della progettazione definitiva ed esecutiva e il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, previo esito positivo della verifica delle dichiarazioni rese e del possesso di tutti i requisiti previsti nel D.lgs 50/2016 e ss.mm.ii.

Le linee guida per la progettazione, con la descrizione dettagliata dei contenuti e degli obiettivi da perseguire, si trovano nel Documento Preliminare alla Progettazione (di seguito D.P.P.), allegato e parte integrante del presente bando.

Si precisa che l’area è, allo stato attuale, parzialmente occupata dalla scuola media, che si prevede di demolire. I concorrenti pertanto dovranno considerare l’area come completamente libera; gli oneri connessi alla demolizione del manufatto esistente non fanno parte dell’importo dei lavori indicato nel presente bando.

Costo stimato per la realizzazione dell'opera

Il costo stimato per la realizzazione dell'opera, comprensivo degli oneri della sicurezza, è di € 4.827.439,00, al netto di I.V.A. Per il relativo calcolo, si rimanda alla documentazione allegata.

Tale importo deve essere ritenuto limite massimo e non deve essere superato nell’elaborazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica.

La superficie utile netta massima realizzabile è stabilita in 3.325,19 mq non potrà essere superata; tale superficie è riscontrabile nel Programma Funzionale.

Nella tabella seguente, il costo stimato di realizzazione dell’opera viene articolato nelle diverse categorie di lavoro previste, identificate secondo i codici "ID-Opere" di cui al D.M. 17 giugno 2016 in materia di corrispettivi professionali per i Servizi di Architettura e Ingegneria:

CATEGORIE D’OPERA
Codice
ID-Opere
Categoria
Descrizione
Grado complessità
G
Costo Categorie in €
v
EDILIZIA
E 08
ex Ic
Opere edili, compresi i costi della sicurezza
0,5
€ 2.413.720,00
STRUTTURE
S 03
ex Ig
Opere strutturali
0,25
€ 1.206.860,00
IMPIANTI
IA 01
ex IIIa
Impianti idro-sanitari
0,04
€ 193.097,00
IMPIANTI
IA 02
ex IIIb
Impianti Termici - condizionamento
0,12
€ 579.293,00
IMPIANTI
IA 03
ex IIIc
Impianti elettrici e speciali
0,09
€ 434.469,00
Costo stimato per la realizzazione dell’opera (compresi oneri della sicurezza)
€ 4.827.439,00

 

La suddivisione nelle "ID-opere" indicate in tabella non è vincolante ai fini dello sviluppo delle proposte progettuali e costituisce mero parametro di riferimento per l'individuazione dei requisiti speciali tecnico-organizzativi e per il calcolo dei corrispettivi relativi alle prestazioni professionali richieste, in applicazione del decreto di cui all’art.24 comma 8 del D.Lgs.50/2016 e ss.mm.ii.

Calendario

Nella tabella seguente si riportano tutte le scadenze per lo svolgimento del Concorso:

Oggetto

Data

Pubblicazione il

14/11/2018

Seduta pubblica generazione chiavi informatiche

19/11/2018,
ore 11.30

Apertura delle iscrizioni e contestuale invio degli elaborati e della documentazione amministrativa per il 1° grado

19/11/2018

Apertura del periodo per la richiesta di chiarimenti 1°grado

19/11/2018

Chiusura del periodo per la richiesta chiarimenti fase 1° grado

10/12/2018

Pubblicazione verbale richieste chiarimenti e relative risposte fase 1°grado, entro il

17/12/2018

CHIUSURA DELLE ISCRIZIONI E CONTESTUALE INVIO DEGLI ELABORATI E DELLA DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA DI 1° GRADO, entro le ore 12.00

14/01/2019

Lavori della Commissione di concorso giudicatrice entro il

04/02/2019

Pubblicazione dei codici alfanumerici delle proposte ammesse al 2° grado

05/02/2019

Apertura dei termini e contestuale invio degli elaborati e della documentazione amministrativa per il 2° Grado

05/02/2019

Apertura del periodo per la richiesta di chiarimenti 2° grado

05/02/2019

Chiusura del periodo per la richiesta chiarimenti fase 2° grado

25/02/2019

Pubblicazione verbale richieste chiarimenti e relative risposte fase 2° grado, entro il

04/03/2019

CHIUSURA ISCRIZIONI AL 2° GRADO DI CONCORSO, entro le ore 12,00 del

08/04/2019

Lavori della Commissione di concorso giudicatrice, entro il

29/04/2019

Seduta pubblica decrittazione documenti amm/vi e proclamazione graduatoria provvisoria

30/04/2019

Verifica dei requisiti, pubblicazione della graduatoria unitamente ai verbali della Commissione di concorso

La data verrà pubblicata in piattaforma

 

Per esigenze particolari, ad insindacabile giudizio dell’Ente banditore, la tempistica sopra riportata potrà essere modificata.

I concorrenti sono invitati a consultare periodicamente la piattaforma concorsi all’indirizzo www.concorsiarchibo.eu/scuolacarracci per verificare la presenza di eventuali ulteriori comunicazioni.

Soggetti ammessi alla partecipazione – Requisiti di ordine generale e di idoneità professionale

Possono partecipare al concorso i soggetti di cui all’art. 46, comma 1 del D.Lgs. 50/2016, purché in possesso dei requisiti prescritti dal DM 2 dicembre 2016, n. 263, che non siano soggetti alle cause di esclusione di cui all’art. 80 del Codice e che siano in possesso dei seguenti requisiti di idoneità professionale:

  1. (per professionisti) Iscrizione, al momento della partecipazione alla gara, al relativo albo professionale previsto dai vigenti ordinamenti  (esclusi  gli  iscritti  alla sez. B  o negli elenchi speciali), ovvero abilitati all'esercizio della professione secondo le norme dei Paesi dell'Unione europea cui appartiene il soggetto.
  2. (per Società di ingegneria e società di professioni) Iscrizione nel registro tenuto dalla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura oppure nel registro delle commissioni provinciali per l’artigianato per attività coerenti con quelle oggetto della presente procedura concorsuale.

I requisiti di ordine generale e di idoneità professionale sono richiesti ai fini dell’accesso sia al 1° che al 2° grado del concorso.

Ai soggetti costituiti in forma associata si applicano altresì le disposizioni di cui agli artt. 47 e 48 del Codice.

È vietato ai concorrenti di partecipare al concorso in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti o aggregazioni di operatori economici aderenti al contratto di rete.

È vietato al concorrente che  partecipa al concorso in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti, di partecipare anche in forma individuale.

È vietato al concorrente che partecipa al concorso in aggregazione di rete, di partecipare anche in forma individuale. Gli operatori economici retisti non partecipanti al concorso possono presentare offerta, per il medesimo concorso, in forma singola o associata.

I consorzi stabili di cui alla precedente lett. f) sono tenuti ad indicare per quali consorziati il consorzio concorre; a questi ultimi è vietato partecipare, in qualsiasi altra forma, al presente concorso. In caso di violazione sono esclusi dalla gara sia il consorzio, sia il consorziato; in caso di inosservanza di tale divieto si applica l’art. 353 del codice penale. Nel caso di consorzi stabili, i consorziati designati dal consorzio per l’esecuzione del contratto non possono, a loro volta, a cascata, indicare un altro soggetto per l’esecuzione.

La violazione di tali divieti comporta l’esclusione dal Concorso di tutti i concorrenti coinvolti.

I partecipanti al concorso potranno avvalersi di consulenti e collaboratori, anche se non iscritti agli Ordini o Registri professionali. Di ogni singolo consulente o collaboratore dovrà essere dichiarata la qualifica e la natura della consulenza o della collaborazione.

Il possesso dei requisiti di ordine generale deve essere autodichiarato mediante la presentazione del Documento di Gara Unico Europeo (DGUE) di cui al punto 4.2.2) del bando di gara. Si precisa che l’Ente banditore acquisirà d’ufficio anche il Documento unico di regolarità contributiva (DURC).

Il possesso dei requisiti di idoneità professionale deve essere autodichiarata ai sensi del d.P.R. 445/2000. L’ente banditore acquisisce d’ufficio i documenti in possesso di pubbliche amministrazioni, previa indicazione, da parte del concorrente, degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti (Ordine di appartenenza, anno di iscrizione).

Il concorrente non stabilito in Italia ma in altro Stato membro o in uno dei Paesi di cui all’art. 83, comma 3 del Codice, presenta dichiarazione giurata o secondo le  modalità vigenti nello Stato nel quale è stabilito, ovvero mediante attestazione, sotto la propria responsabilità, che il certificato prodotto è stato rilasciato da uno dei registri professionali o commerciali istituiti nel Paese in cui è residente.

Gruppo di lavoro

Il gruppo di lavoro dovrà essere indicato dai soggetti ammessi al 2° grado di concorso.

Il tema che dovrà essere sviluppato presuppone che i soggetti partecipanti al concorso possiedano significativi livelli di esperienza e/o specializzazione in ambiti fortemente caratterizzati sotto il profilo interdisciplinare.

A pena di esclusione, il gruppo di lavoro dovrà essere composto da un numero minimo di 3 (tre) professionisti, responsabili anche di più prestazioni specialistiche, e dovrà includere almeno le figure professionali di  seguito riportate:

  1. N°. 1 architetto/ingegnere iscritto al relativo ordine professionale esperto in progettazione architettonica;
  2. N°.  1  architetto/ingegnere  iscritto  al  relativo  ordine  professionale  in  possesso  di  specifiche  competenze  in geotecnica, strutture;
  3. N.°. 1 architetto/ingegnere iscritto al relativo ordine professionale con competenze di impiantistica meccanica;
  4. N°. 1 ingegnere iscritto al relativo ordine professionale con competenze di impiantistica elettrica;
  5. poiché nello sviluppo della progettazione è ricompresa la redazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento (PSC) (art. 33, comma 1, lett. f) del d.P.R. 207/2010), nel gruppo di progettazione almeno un componente dovrà essere in possesso della necessaria abilitazione, in corso di validità, ai sensi di legge (art. 98 del D.Lgs. 81/2008).

Il concorrente indica il nominativo, la qualifica professionale e gli estremi dell’iscrizione all’Albo del professionista incaricato.

I suddetti professionisti possono essere sia componenti di un raggruppamento temporaneo, sia soci/associati di società di professionisti/associazioni tra professionisti, sia dipendenti/collaboratori dei concorrenti.

Il concorrente dovrà individuare nominativamente anche il progettista responsabile dell’integrazione fra le varie prestazioni specialistiche, il quale dovrà essere un tecnico laureato, abilitato all’esercizio della professione.

Possesso dei titoli di studio/professionali: il possesso di tali requisiti deve essere autodichiarata ai sensi del d.P.R. 445/2000. L’ente banditore acquisisce d’ufficio i documenti in possesso di pubbliche amministrazioni, previa indicazione, da parte del concorrente, degli elementi indispensabili per il reperimento delle informazioni o dei dati richiesti.

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa