Ponte Morandi: Il Commissario Bucci sceglie come project manager Rina Consulting

10/12/2018

3.201 volte

Con il decreto n. 13 del 5 dicembre 2018 recante “Affidamento dell’incarico di coordinamento progettuale, direzione lavori, controllo qualità e supporto alla struttura commissariale (c.d. servizi di project & construction management e quality assurance) nell'ambito dell'appalto o degli appalti pubblici dei lavori per la realizzazione, in estrema urgenza, di tutte le opere di demolizione e di costruzione necessarie al ripristino strutturale e funzionale del Viadotto Polcevera in Genova”, il Commissario straodinario per la ricostruzione del viadotto Polcevera dell’Auostrada A10, successivamente alla conclusione il 30/11/2018, delle  attività di negoziazione, ha sancito l’accordo con cui è stato affidato l’incarico di coordinamento progettuale, direzione lavori, controllo qualità e supporto alla struttura commissariale (c.d. servizi di project & construction management e quality assurance) nell'ambito dell'appalto o degli appalti pubblici dei lavori per la realizzazione, in estrema urgenza, di tutte le opere di demolizione e di costruzione necessarie al ripristino strutturale e funzionale del Viadotto Polcevera in Genova alla società Rina Consulting S.p.A. per un corrispettivo pari alla percentuale del 5,65% (cinquevirgolasessantacinque per cento) dell'importo dei lavori, con un tetto massimo di Euro 14.000.000 (quattordicimilioni/00).

Le manifestazioni d’interesse degli operatori economici interessati pervenute entro le ore 12.00 del 26 novembre 2018 sono state quelle di:

  • Rina consulting;
  • Pini swiss engineering;
  • Bedini Claudia;
  • CCSE;
  • Massimo Frontoni avvocati;
  • ICIS;
  • Krasovec Lucas Lucia;
  • Proger;
  • Tecnilex engineering;
  • Parsons;
  • Exenet.

Nel decreto in argomento è precisato che la manifestazione presentata da RINA Consulting S.p.A., comprensiva della dimensione economica del compenso, è pienamente rispondente alle specifiche tecniche approvate con il decreto n. 7 del Commissario Straordinario, ed i particolare la disponibilità immediata sul posto delle strutture dirigenziali e delle risorse specializzate nel settore delle infrastrutture, la conoscenza del territorio e il rispetto dei tempi.

Il Commissario straordinario ha anche pubblicato i seguenti ulteriori decreti nn. 14, 15 e 16:

  • decreto 5 dicembre 2018, n. 14 recante “Modalità di applicazione degli artt. 1-bis e 4-bis del decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109, convertito con legge 16 novembre 2018, n. 130, recante “Disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze””;
  • decreto 5 dicembre 2018, n. 15 recante “Modalità applicative degli artt. 1, quinto comma, 1 bis e 4 bis del decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109, convertito con legge 16 novembre 2018, n. 130, recante “Disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze””
  • decreto 8 dicembre 2018 n. 16 recante” Modalità  di applicazione dell' art. 4 bis del decreto-legge 28 settembre 2018, n. 109, convertito con legge 16 novembre 2018, n. 130, recante “Disposizioni urgenti per la città di Genova, la sicurezza della rete nazionale delle infrastrutture e dei trasporti, gli eventi sismici del 2016 e 2017, il lavoro e le altre emergenze””.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa