Quando cedono le pavimentazioni industriali: come intervenire?

06/02/2019

1.764 volte

Resistenza all’usura e planarità sono le caratteristiche essenziali di un pavimento industriale dove spesso insistono macchine in movimento e impianti di lavorazione, che trasmettono a terra e sulla struttura effetti usuranti nel tempo, con aggravio di costi e sicurezza della produzione.
Vibrazioni e perdite di fluidi nel terreno sono soltanto alcune delle cause che possono generare dei cedimenti differenziali del terreno sotto alla pavimentazione.

Quando sotto l’effetto delle sollecitazioni statiche e dinamiche il terreno sottostante al pavimento industriale comincia a cedere, compaiono in superficie fessurazioni e avvallamenti che possono compromettere il piano di lavoro, ripercuotendosi sull’efficienza delle attività poste in essere nello stabilimento.

La soluzione GEOSEC: veloce e mini invasiva per riprendere rapidamente l’attività industriale.

Grazie ad iniezioni mirate di una speciale resina poliuretanica ad espansione rapida, è possibile consolidare il terreno sotto alla pavimentazione senza scavi e demolizioni, senza necessità di spostamento di macchinari e attrezzature pesanti, senza allestire cantieri lunghi ed invasivi che possano rallentare eccessivamente l’attività dell’azienda.

La soluzione di GEOSEC® permette di recuperare la portanza necessaria del terreno senza dover demolire la struttura. In alcuni casi quando le condizioni lo consentono, è addirittura possibile pianificare un piano di recupero della planarità originaria della pavimentazione.

Grazie ad una griglia di iniezioni opportunamente progettate e sempre sotto il controllo di un livello laser di precisione, si potranno recuperare cedimenti differenziali anche centimetrici.
Alla base del metodo SOIL STABILIZATION™ c’è la resina MAXIMA®, prodotta in esclusiva per GEOSEC® da qualificate multinazionali del settore, che permette di intervenire in modo attento e rispettoso dell’ambiente. Il terreno, anche dopo il trattamento di iniezione, infatti, rimane non inquinato.
Le squadre GEOSEC® possono intervenire con facilità e rapidità sia nelle industrie, al di sotto di macchinari e silos pesanti, che all’interno di magazzini o supermercati destinati al pubblico, oltre che in aree aeroportuali e stradali. Il nostro personale tecnico è in possesso di tutte le qualifiche speciali per opere su strada e aeroporti.

Le fasi dell’intervento

L’obiettivo prioritario dell’intervento GEOSEC® rimane sempre il consolidamento del sottofondo di pavimentazione per la messa in sicurezza dell’area ceduta e per il recupero delle capacità portanti dell’infrastruttura.

Prima di ogni iniezione si potranno eseguire indagini di rilevamento di impianti tecnologici interrati o occultati che potrebbero interferire con le iniezioni.

Il metodo SOIL STABILIZATION™ per consolidamenti di profondità prevede anche una fase di studio preliminare attraverso indagini di tomografia 4D LIVE, per rilevare e mappare il terreno al di sotto delle zone di pavimentazione ceduta. Identificata poi l’estensione e i dislivelli altimetrici rispetto alle superfici non cedute, si potrà pianificare anche un eventuale sollevamento fintanto che le strutture di pavimentazione lo consentiranno.

Geosec Geosec

Successivamente si passa alla fase di preparazione, con la realizzazione dei fori di iniezione nella pavimentazione, mediante trapani elettrici manuali e punte adeguate per perforare fino alle profondità necessarie.

Infine, ecco la fase di iniezione della speciale resina, generalmente iniettata proprio al di sotto delle depressioni rilevate attraverso piccoli tubi in metallo a perdere nel terreno.

Geosec Geosec

Gli operatori GEOSEC® in questa fase tengono sotto costante monitoraggio il sottosuolo, sia attraverso la tomografia di resistività elettrica 4D, che attraverso laser di precisione.

Infine, laddove la struttura di pavimentazione lo consentirà, sarà possibile perseguire un sollevamento controllato delle strutture cedute punto per punto, con ricerca della planarità originaria della superficie inizialmente depressa.

Consulta il sito di Geosec per contattare un tecnico specializzato.

 

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa