Decreto Crescita atto secondo: nuova approvazione del Consiglio dei Ministri

25/04/2019

3.866 volte

Il Consiglio dei Ministri n. 56 del 23 aprile 2019, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, del Ministro dell’economia e delle finanze Giovanni Tria e del Ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio, ha approvato, in seconda deliberazione, il Decreto Legge recante “Misure urgenti per la crescita economica ed interventi in settori industriali in crisi” (c.d. Decreto Crescita).

La nuova bozza di decreto si compone di 48 articoli suddivisi in 4 capi:

CAPO I MISURE FISCALI PER LA CRESCITA ECONOMICA

  • ARTICOLO 1 (MAGGIORAZIONE DELL’AMMORTAMENTO PER I BENI STRUMENTALI NUOVI)
  • ARTICOLO 2 (REVISIONE MINI-IRES)
  • ARTICOLO 3 (MAGGIORAZIONE DEDUCIBILITÀ IMU DALLE IMPOSTE SUI REDDITI)
  • ARTICOLO 4 (MODIFICHE ALLA DISCIPLINA DEL PATENT BOX)
  • ARTICOLO 5 (RIENTRO DEI CERVELLI)
  • ARTICOLO 6 (MODIFICHE AL REGIME DEI FORFETARI)
  • ARTICOLO 7 (INCENTIVI PER LA VALORIZZAZIONE EDILIZIA)
  • ARTICOLO 8 (SISMA BONUS)
  • ARTICOLO 9 (TRATTAMENTO FISCALE DI STRUMENTI FINANZIARI CONVERTIBILI)
  • ARTICOLO 10 (MODIFICHE ALLA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER GLI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E RISCHIO SISMICO)
  • ARTICOLO 11 (AGGREGAZIONI D’IMPRESE)
  • ARTICOLO 12 (FATTURAZIONE ELETTRONICA REPUBBLICA DI SAN MARINO)
  • ARTICOLO 13 (VENDITA DI BENI TRAMITE PIATTAFORME DIGITALI)
  • ARTICOLO 14 (ENTI ASSOCIATIVI ASSISTENZIALI)
  • ARTICOLO 15 (ESTENSIONE DELLA DEFINIZIONE AGEVOLATA DELLE ENTRATE REGIONALI E DEGLI ENTI LOCALI)
  • ARTICOLO 16 (CREDITO D’IMPOSTA PER LE COMMISSIONI RIFERITE A PAGAMENTI ELETTRONICI DA PARTE DI DISTRIBUTORI DI CARBURANTE) 26

CAPO II MISURE PER IL RILANCIO DEGLI INVESTIMENTI PRIVATI

  • ARTICOLO 17 (GARANZIA SVILUPPO MEDIA IMPRESA)
  • ARTICOLO 18 (NORME IN MATERIA DI SEMPLIFICAZIONE PER LA GESTIONE DEL FONDO DI GARANZIA PER LE PMI)
  • ARTICOLO 19 (RIFINANZIAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA PER LA PRIMA CASA)
  • ARTICOLO 20 (MODIFICHE ALLA MISURA NUOVA SABATINI)
  • ARTICOLO 21 (SOSTEGNO ALLA CAPITALIZZAZIONE)
  • ARTICOLO 22 (TEMPI DI PAGAMENTO TRA LE IMPRESE)
  • ARTICOLO 23 (CARTOLARIZZAZIONI)
  • ARTICOLO 24 (SBLOCCA INVESTIMENTI IDRICI NEL SUD)
  • ARTICOLO 25 (DISMISSIONI IMMOBILIARI ENTI TERRITORIALI)
  • ARTICOLO 26 (AGEVOLAZIONI A SOSTEGNO DI PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO PER LA RICONVERSIONE DEI PROCESSI PRODUTTIVI NELL’AMBITO DELL’ECONOMIA CIRCOLARE)
  • ARTICOLO. 27 (SOCIETÀ DI INVESTIMENTO SEMPLICE - SIS)
  • ARTICOLO 28 (SEMPLIFICAZIONI PER LA DEFINIZIONE DEI PATTI TERRITORIALI E DEI CONTRATTI D’AREA)
  • ARTICOLO 29 (NUOVE IMPRESE A TASSO ZERO, SMART & START E DIGITAL TRANSFORMATION)
  • ARTICOLO 30 (CONTRIBUTI AI COMUNI PER INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO E SVILUPPO TERRITORIALE SOSTENIBILE)

CAPO III TUTELA DEL MADE IN ITALY

  • ARTICOLO 31 (MARCHI STORICI)
  • ARTICOLO 32 (CONTRASTO ALL’ITALIAN SOUNDING E INCENTIVI AL DEPOSITO DI BREVETTI E MARCHI)

CAPO IV ULTERIORI MISURE PER LA CRESCITA

  • ARTICOLO 33 (ASSUNZIONE DI PERSONALE NELLE REGIONI A STATUTO ORDINARIO E NEI COMUNI IN BASE ALLA SOSTENIBILITÀ FINANZIARIA)
  • ARTICOLO 34 (PIANO GRANDI INVESTIMENTI NELLE ZONE ECONOMICHE SPECIALI)
  • ARTICOLO 35 (OBBLIGHI INFORMATIVI EROGAZIONI PUBBLICHE)
  • ARTICOLO 36 (BANCHE POPOLARI E FONDO INDENNIZZO RISPARMIATORI)
  • ARTICOLO 37 (INGRESSO DEL MINISTERO DELL’ECONOMIA E DELLE FINANZE NEL CAPITALE SOCIALE DELLA NEWCO NUOVA ALITALIA)
  • ARTICOLO 38 (DEBITI ENTI LOCALI)
  • ARTICOLO 39 (MODIFICA AL DECRETO- LEGGE 28 GENNAIO 2019, N. 4)
  • ARTICOLO 40 (MISURE DI SOSTEGNO AL REDDITO PER CHIUSURA DELLA STRADA 55 3 BIS TIBERINA E45)
  • ARTICOLO 41 (MISURE IN MATERIA DI AREE DI CRISI INDUSTRIALE COMPLESSA)
  • ARTICOLO 42 (CONTROLLO DEGLI STRUMENTI DI MISURA IN SERVIZIO E SULLA VIGILANZA SUGLI STRUMENTI DI MISURA CONFORMI ALLA NORMATIVA NAZIONALE ED EUROPEA)
  • ARTICOLO 43 (SEMPLIFICAZIONE DEGLI ADEMPIMENTI PER LA GESTIONE DEGLI ENTI DEL TERZO SETTORE)
  • ARTICOLO 44 (SEMPLIFICAZIONE ED EFFICIENTAMENTO DEI PROCESSI DI PROGRAMMAZIONE, VIGILANZA ED ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI FINANZIATI DAL FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE)
  • ARTICOLO 45 (PROROGA DEL TERMINE PER LA RIDETERMINAZIONE DEI VITALIZI REGIONALI)
  • ARTICOLO 46 (MODIFICHE ALL’ART. 2, COMMA 6 DEL DECRETO LEGGE 5 GENNAIO 2015, N. 1)
  • ARTICOLO 47 ALTE PROFESSIONALITÁ ESCLUSIVAMENTE TECNICHE PER OPERE PUBBLICHE, GARE E CONTRATTI
  • ARTICOLO 48 (DISPOSIZIONI URGENTI IN MATERIA DI INFRASTRUTTURE)

Rispetto alla prima approvazione, il testo è stato integrato con norme che prevedono l’estensione del regime della “decommercializzazione” agli enti associativi assistenziali, rimodulano gli obblighi informativi relativi alle erogazioni pubbliche, disciplinano la possibilità per l’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) di avvalersi dei servizi forniti da società in house, semplificano gli adempimenti per la gestione degli enti del terzo settore nonché i processi di programmazione, vigilanza e attuazione degli interventi finanziati dal Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC), definiscono le modalità di ingresso del Ministero dell’economia e delle finanze nel capitale sociale della newco “Nuova Alitalia”, disciplinano il termine per la rideterminazione dei vitalizi regionali, intervengono sulla gestione commissariale per il piano di rientro del debito pregresso del Comune di Roma, prevedono la cessazione della esimente penale per il complesso Ilva e determinano i requisiti per l’accesso al Fondo indennizzo risparmiatori.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa