Consultazione ANAC sul Regolamento sull’esercizio del potere sanzionatorio in materia di contratti pubblici

16/05/2019

931 volte

L’ANAC, ha posto in consultazione lo schema di Regolamento sull’esercizio del potere sanzionatorio in materia di contratti pubblici; con il nuovo Regolamento l’Autorità intende disciplinare l’esercizio del potere sanzionatorio previsto dall’art. 213 del Codice dei contratti pubblici (d.lgs. 50/2016) e dalle norme che ad esso rinviano, nonchè i procedimenti sanzionatori in materia di qualificazione delle imprese nelle more della ultrattività delle previsioni del d.p.r. 207/2010,

Il nuovo Regolamento, oltre che adeguare alle previsioni normative del d.l.vo 50/2016 il precedente Regolamento del 26 febbraio 2014, semplifica il procedimento limitando la comunicazione delle risultanze istruttorie ai soli casi espressamente indicati.

Con la consultazione l’Autorità intende acquisire, da parte di tutti i soggetti interessati, ogni ulteriore osservazione ed elemento utile per la definizione ultima del documento, che supererà il precedente “Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell’Autorità” di cui all’art. 8, c.4 del d.lvo163/2006, pubblicato sulla G.U. n. 82 del 8.4.2014.

Eventuali contributi potranno essere inviati entro il 15 giugno 2019 mediante compilazione dell’apposito modulo

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Avviso: per utilizzare correttamente il modulo per la compilazione e l’invio dei contributi on line si deve usare il programma Adobe Reader 8 o versioni successive. Per scaricare gratuitamente il programma Acrobat Reader: http://www.adobe.com/products/acrobat/readstep2.html. Si consiglia di salvare il modulo sul desktop del PC e aprirlo con Adobe Reader come sopra indicato. In alternativa è necessario impostare Adobe Reader come lettore predefinito del proprio browser (Internet Explorer; Firefox; Google Chrome; Safari; ecc.)
© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa