Sblocca Cantieri e Codice dei contratti: partecipa alla consultazione online

21/06/2019

1.636 volte

La Legge 14 giugno 2019, n. 55 ha modificato profondamente non solo il D.L. n. 32/2019 (c.d. Sblocca Cantieri) ma anche la filosofia che aveva ispirato la riforma degli appalti del 2016.

Lo Sblocca Cantieri interviene, infatti, in modo chirurgico modificando molte delle disposizioni più importanti che erano state alla base del D.Lgs. n. 50/2016 (c.d. Codice dei contratti). Al fine di comprendere lo stato d'animo degli operatori del settore, abbiamo preparato una consultazione che resterà attiva fino al 30 settembre 2019. Per partecipare alla consultazione clicca qui.

Ecco di seguito le domande poste in consultazione.

  1. Con la conversione il legge, il Decreto-Legge n. 32/2019 (c.d. Sblocca Cantieri arriva) è stato profondamente cambiato. Pensi che il testo ne sia uscito migliorato?
  2. Lo Sblocca Cantieri interviene in modo chirurgico su alcune delle caratteristiche che avevano costituito i principi cardine del Codice dei contratti. Ritieni che la strada intrapresa sia corretta?
  3. Viene sospeso fino al 31 dicembre 2020 l'art. 59, comma 1, quarto periodo del Codice, con l'idea di far tornare l'appalto integrato. Pensi che le procedure di gara ne gioveranno?
  4. L'appalto integrato riduce la qualità della fase progettuale?
  5. Viene sospeso fino al 31 dicembre 2020 l'art. 37, comma 4 del Codice ritornando alla concezione di stazioni appaltanti "diffuse". Pensi sia la soluzione migliore?
  6. La centralizzazione degli appalti ha creato problematiche alle pubbliche amministrazioni?
  7. Viene sospeso fino al 31 dicembre 2020 l'art. 77, comma 3 del Codice e quindi non sarà più necessario l'albo unico dei commissari di gara gestito dall'ANAC. Pensi sia corretto?
  8. Viene prevista una disciplina transitoria fino al 31 dicembre 2020 anche per il subappalto, la cui quota massima è stata innalzata al 40%, prevedendo l'eliminazione dell'obbligo di indicazione della terna dei subappaltatori. Sei d'accordo?
  9. Viene portato a quindici anni l'ambito temporale rilevante ai fini dell'attestazione SOA. Pensi che ci saranno problemi per la qualità delle opere?
  10. La modifica all'art. 36 del Codice aumenta al milione di euro la procedura negoziata. Pensi sia un rischio per la trasparenza degli appalti?
  11. È chiara la volontà del legislatore di rivedere la parte dell'ANAC. Pensi che l'Italia non sia matura per una regolamentazione flessibile?
  12. L'art. 4 dello Sblocca Cantieri istituisce la figura del Commissario Straordinario per gli interventi infrastrutturali ritenuti prioritari, ai quali spetteranno poteri enormi in deroga alle normali procedure. Pensi sia rischioso in un Paese come l'Italia?
  13. Credi che i tecnici della P.A. dovrebbero essere valorizzati nella loro funzione di progettisti?
  14. Sei soddisfatto dell'operato del Governo per il rilancio del comparto dei lavori pubblici?

Per partecipare alla consultazione clicca qui.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa