Concretezza 2019: al via gli Stati Generali sui materiali da costruzione

20/09/2019

942 volte

È tutto pronto per l’avvio della terza edizione di Concretezza, la kermesse di dibattito e confronto tra esperti e stakeholder del settore edile e di produzione del calcestruzzo. Un’occasione unica per far dialogare istituzioni, nazionali e locali, con grandi progettisti, ingegneri e specialisti dei materiali, il 26 e 27 settembre 2019 nella suggestiva location del Castello di Rivalta, a Piacenza.

Buona progettazione, ricerca, formazione, sicurezza, normative ad hoc saranno alcuni dei temi al centro della kermesse ideata da Silvio Cocco, presidente della Fondazione dell’Istituto Italiano per il Calcestruzzo, nata per la ricerca e gli studi sul calcestruzzo, e numero uno di Tekna Chem Group, gruppo industriale leader nel settore della produzione di additivi per calcestruzzi.

Sei i tavoli tematici organizzati dal Comitato Tecnico-Scientifico:

  • Progettisti e Direzione Lavori;
  • Stazioni appaltanti pubbliche e private;
  • Produzione;
  • Controlli (dal laboratorio al cantiere);
  • Scuola e Formazione; 
  • Imprese esecutrici.

In aggiunta a questi tavoli, nel corso della prima giornata, saranno approfonditi tre “macro temi”: formazione & lavoro; filiera & costruzioni; sviluppo & innovazione.

Nella seconda e ultima giornata, in sessione plenaria, si “tireranno le fila” di criticità, proposte e soluzioni.  La sintesi sarà oggetto di un documento ufficiale - nelle intenzioni degli organizzatori delle vere Linee Guida – da presentare nel mese di novembre ai più importanti organi istituzionali del Paese, in primis al Ministero delle Infrastrutture e al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e a tutti gli addetti del settore.

 “Concretezza è una creatura decisamente cresciuta rispetto alla prima edizionedichiara Silvio Cocco, presidente della FondazioneIl nostro obiettivo è fare di questo evento una vera ‘Cernobbio del calcestruzzo’, rendendola un polo di attrazione, attenzione e confronto per tutti coloro che possono portare un contributo in termini di miglioramento del settore”.

Parteciperanno a questa terza edizione gli stakeholder più rappresentativi del settore: Enti appaltatori, come Anas, Italfer, RFI, BreBeMi, tunnel Brennero; esponenti degli Ordini professionali, del Consiglio Nazionale degli Ingegneri; professionisti e progettisti;  responsabili tecnici di primarie imprese di costruzioni e di produzione di calcestruzzi, oltre a rappresentanti delle istituzioni e degli organi di controllo, come il Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, l’OICE e Guardia di Finanza.  Tutti con l’obiettivo comune di definire le “best practices” del settore.

Il calcestruzzo è il materiale da costruzione “leader” che soddisfa una vasta gamma di requisiti: resistenza meccanica, estetica, riflessione della luce, isolamento termico e acustico, sostenibilità. E, infine ma non meno importante, localismo e territorialità, poiché il calcestruzzo è un materiale di provenienza e produzione locale; un aspetto, questo, che contribuisce alla crescita economica del territorio.

Con Concretezza – conclude Cocco - vogliamo costruire un grande ponte di soluzioni tecniche di alto profilo che diventi un laboratorio permanente di innovazione e cultura della qualità”.

Concretezza 2019 gode del patrocinio del Consiglio Nazionale degli Ingegneri

Per maggiori informazioni: www.concretezza.org

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa