Urbanistica e Edilizia, Campitelli (Regione Abruzzo): al via Gruppo di lavoro per nuovo Testo Unico

22/11/2019

1.102 volte

Si è insediato ieri il tavolo dei componenti del gruppo di lavoro interistituzionale per la redazione di un Testo Unico in materia di Urbanistica ed Edilizia. "Si tratta di un testo atteso da circa quaranta anni - ha dichiarato l'assessore all'Urbanistica ed al Territorio della Regione Abruzzo, Nicola Campitelli - ed il compito di questa squadra di tecnici, come previsto dalla delibera di Giunta regionale n.622 del 23 ottobre scorso, sarà quello di procedere alla ridefinizione organica e sistematica della normativa in materia di pianificazione urbanistica ed attività edilizia nel territorio abruzzese".

"Il mio obiettivo - ha spiegato l'assessore Campitelli - è quello di creare le premesse per rendere le nostre città ed i nostri borghi posti più vivibili, più belli e più a misura d'uomo e quindi sostenibili da tutti i punti di vista. Pertanto, rimettere ordine alla disciplina normativa di due settori chiave come l'edilizia e l'urbanistica non è un qualcosa di astratto ma equivale da un lato a semplificare il lavoro dei tecnici e dall’altro, attraverso una progressiva sburocratizzazione di norme e procedure, significa incidere positivamente sulla qualità di vita dei cittadini”.

La Giunta, su proposta dello stesso assessore Campitelli, quale atto di indirizzo per la redazione della nuova disciplina regionale in materia di urbanistica ed edilizia, ha indicato alcune priorità:

  • promuovere una pianificazione territoriale ed urbanistica sostenibile e quindi compatibile rispetto al territorio, all'ambiente ed al paesaggio;
  • garantire il corretto uso e la tutela delle risorse territoriali ambientali e paesaggistiche;
  • assumere come principio fondamentale il contenimento del consumo dei suoli, migliorare la qualità urbana promuovendo la perequazione, la compensazione urbanistica e misure premiali;
  • indicare le aree agricole di rilevanza ambientale e la qualità degli spazi urbani;
  • promuovere il contenimento del consumo energetico ed idrico, nonché il razionale sistema di mobilità e smaltimento di rifiuti, determinare i livelli di qualità urbana in termini di benessere, salubrità, efficienza, sicurezza ed equità degli interventi antropici, nonché i livelli accettabili della pressione dei sistemi insediativo e relazionale sull'ambiente naturale;
  • promuovere un innalzamento della qualità di vita negli ambienti urbani ed edilizi da parte di soggetti fragili.

Del tavolo di lavoro fanno parte il direttore del Dipartimento Territorio e Ambiente, il dirigente del Servizio Attività legislativa e Qualità della normazione, il responsabile dell'ufficio pianificazione territoriale piani complessi e aree urbane e il responsabile dell'ufficio beni ambientali e paesaggio e conservazione della natura.

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa