Ristrutturazioni edilizie, Riqualificazione energetica, detrazioni fiscali e comunicazione all'Enea: cosa fare per i lavori terminati nel 2020

11/03/2020

3.255 volte
Ristrutturazioni edilizie, Riqualificazione energetica, detrazioni fiscali e comunicazione all'Enea: cosa fare per i lavori terminati nel 2020

Per la fruizione delle detrazioni fiscali previste per le ristrutturazioni edilizie (Bonus Casa) e riqualificazione energetica (Ecobonus), in caso di lavori edilizi cominciati nel 2019, parzialmente pagati ma terminati nel 2020, come ed entro quando si fa la comunicazione all'Enea?

Ristrutturazioni edilizie, Riqualificazione energetica e detrazioni fiscali: la domanda sulla Comunicazione all'Enea

Tante nuove e interessanti domande continuano ad arrivare in redazione sul tema detrazioni fiscali. Oggi rispondiamo a due utenti che pongono le seguenti domande:

Ale R.: "Se i lavori di ristrutturazione edilizia, iniziati nel 2019, vanno avanti oltre l'anno, come faccio a richiedere le detrazioni fiscali senza fine lavori? O posso comunque richiederle anche senza di essa e senza comunicazione all'Enea?".

Giuseppe O.M.: "Salve vorrei sapere come fare per potere effettuare dichiarazione Enea per ottenere la detrazione della sostituzione degli infissi eseguita nel mio appartamento : inizio lavori nel mese di novembre 2019 e dato acconto e fatturata; fine lavori mese febbraio 2020 e saldati con altra fattura lo stesso mese".

Ristrutturazioni edilizie, Riqualificazione energetica e detrazioni fiscali: la risposta della redazione

Dal 2018, anche chi vuole usufruire delle detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie, in caso di interventi che comportano un risparmio energetico, analogamente a quanto già previsto per la detrazione prevista per il risparmio energetico, deve trasmettere all'Enea le informazioni sui lavori effettuati. Comunicazione necessaria per monitorare e valutare il risparmio energetico conseguito anche con la realizzazione degli interventi di recupero edilizio.

La differenza sostanziale è che nel caso delle ristrutturazioni edilizie, la mancata o tardiva trasmissione della comunicazione all’Enea non implica la perdita del diritto alle detrazioni (risoluzione Agenzia delle Entrate n. 46/E del 18 aprile 2019).

Ristrutturazioni edilizie, Riqualificazione energetica e detrazioni fiscali: la piattaforma Enea

Al momento l'Enea ha messo a disposizione le piattaforme informatiche per gli interventi di risparmio energetico con fine lavori nel 2019 che possono beneficiare dell'ecobonus (https://ecobonus2019.enea.it) e del bonus casa (https://bonuscasa2019.enea.it).

Prescindendo dalla data di inizio lavori, dai bonifici effettuati e quindi anche dall'anno di competenza per fruire della detrazione, la nuova piattaforma Enea per l’invio della documentazione relativa ai lavori conclusi nel 2020 sarà online non appena terminato l’iter autorizzativo. Per tutti gli interventi con data di fine lavori precedente a quella di messa online della nuova piattaforma, i 90 giorni previsti per inserire la pratica decorreranno dalla data di messa online stessa.

Ristrutturazioni edilizie, Riqualificazione energetica e detrazioni fiscali: alcune info puntuali

Rispondendo agli utenti, quindi, riportiamo di seguito alcune informazioni puntali utili:

  • il termine per la trasmissione dei dati all’ENEA, per entrambi i meccanismi di detrazione fiscale, è di 90 giorni dalla data di fine lavori (o messa online della nuova piattaforma);
  • per i lavori con fine lavori nel 2020, occorre attendere la nuova piattaforma dell'Enea;
  • nel caso delle ristrutturazioni edilizie, la mancata o tardiva trasmissione della comunicazione all’Enea non implica la perdita del diritto alle detrazioni;
  • per la fruizione dell'ecobonus, occorre inviare all'Enea sia la scheda informativa (allegato E o F al “decreto edifici”), relativa agli interventi realizzati che le informazioni contenute nell’attestato di prestazione energetica (APE), attraverso l’allegato A al “decreto edifici”.

Hai un quesito? poni la tua domanda

Vuoi porre un quesito alla nostra redazione? scrivici a redazione@lavoripubblici.it

Affidati sempre ad un tecnico qualificato

Come sempre, nel caso si volesse valutare la possibilità di effettuare una ristrutturazione edilizia e poi accedere alle relative detrazioni fiscali previste, consigliamo di rivolgersi ad un tecnico qualificato che possa fornire tutte le informazioni necessarie.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa