Ristrutturazioni edilizie e detrazioni fiscali: occorre l'attestato di prestazione energetica (APE) prima dell'inizio lavori?

23/03/2020

4.108 volte
Ristrutturazioni edilizie e detrazioni fiscali: occorre l'attestato di prestazione energetica (APE) prima dell'inizio lavori?

Per la fruizione delle detrazioni fiscali previste per la ristrutturazione edilizia c.d. bonus casa è necessario acquisire l'attestato di prestazione energetica (APE) prima dell'inizio dei lavori?

Ristrutturazioni edilizie, detrazioni fiscali e APE: la domanda alla Posta di LavoriPubblici.it

Oggi rispondiamo ad una nuova domanda che riguarda gli le detrazioni fiscali delle spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione edilizia. Delio domanda: "Per appartamenti ristrutturati per usufruire delle detrazioni devo avere la classe energetica di prima di inizio lavori? E nel caso non ne fossi in possesso perdo ogni agevolazione?".

Ristrutturazioni edilizie, detrazioni fiscali e APE: La documentazione necessaria per fruire delle detrazioni fiscali per la casa

La normativa prevede che per poter richiedere le detrazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione edilizia è necessario:

  • inviare, quando prevista, all'Azienda sanitaria locale competente per territorio, prima di iniziare i lavori, una comunicazione con raccomandata A.R., tranne nei casi in cui le norme sulle condizioni di sicurezza nei cantieri non prevedono l’obbligo della notifica preliminare alla Asl
  • pagare le spese detraibili tramite bonifico bancario o postale, da cui devono risultare la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto beneficiario della detrazione e il codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

Occorre, inoltre, conservare ed esibire a richiesta degli uffici i seguenti documenti:

  • le abilitazioni amministrative in relazione alla tipologia di lavori da realizzare (concessione, autorizzazione o comunicazione di inizio lavori);
  • domanda di accatastamento per gli immobili non ancora censiti;
  • ricevute di pagamento dell’Imu, se dovuta;
  • delibera assembleare di approvazione dell’esecuzione dei lavori e tabella millesimale di ripartizione delle spese per gli interventi riguardanti parti comuni di edifici residenziali;
  • in caso di lavori effettuati dal detentore dell’immobile, se diverso dai familiari conviventi, dichiarazione di consenso del possessore all'esecuzione dei lavori;
  • comunicazione preventiva contenente la data di inizio dei lavori  da inviare all’Azienda sanitaria locale,  se obbligatoria secondo le disposizioni in materia di sicurezza dei cantieri;
  • fatture e ricevute fiscali relative alle spese effettivamente sostenute;
  • ricevute dei bonifici di pagamento.

Ristrutturazioni edilizie, detrazioni fiscali e APE: la risposta di LavoriPubblici.it

Rispondendo quindi alla domanda del nostro lettore: no, non è necessaria l'attestazione energetica prima dei lavori e neanche dopo.

Hai un quesito? poni la tua domanda

Vuoi porre un quesito alla nostra redazione? scrivici a redazione@lavoripubblici.it

Affidati sempre ad un tecnico qualificato

Come sempre, nel caso si volesse valutare la possibilità di effettuare una ristrutturazione edilizia e poi accedere alle relative detrazioni fiscali previste, consigliamo di rivolgersi ad un tecnico qualificato che possa fornire tutte le informazioni necessarie.

Accedi al Focus Ristrutturazioni edilizie

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa