Bonus 600 euro autonomi e partite IVA: dall'1 aprile 2020 le domande online

31/03/2020

38.125 volte
Bonus 600 euro autonomi e partite IVA: dall'1 aprile 2020 le domande online

Nessun click day ma si prevede ugualmente una giornata di fuoco per il portale dell'Inps che dall'1 aprile 2020 metterà a disposizione una sezione del sito per la presentazione delle domande per usufruire della prestazione "indennità 600 euro" prevista dal Decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (c.d. #CuraItalia) per autonomi e partite IVA iscritte alla Gestione Separata Inps.

Il 600 euro nel #CuraItalia: a chi

Gli articoli 27 (Indennità professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa) e 28 (Indennità lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni speciali dell’Ago) del #CuraItalia prevedono, infatti, un'indennità di 600 euro che non concorre alla formazione del reddito ai seguenti soggetti:

  • liberi professionisti titolari di partita iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 e lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla medesima data, iscritti alla Gestione separata Inps, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie;
  • lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, ad esclusione della Gestione separata Inps.

Il 600 euro nel #CuraItalia: come richiederli

L'indennità di 600 euro è al momento concessa per il mese di marzo ed è erogata dall'Inps previa domanda online a partire dall'1 aprile 2020. Per i liberi professionisti titolari di partita iva attiva alla data del 23 febbraio 2020 e i lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa attivi alla medesima data, iscritti alla Gestione separata Inps, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, è stato stanziato un limite di spesa complessivo di 203,4 milioni di euro per l’anno 2020. Mentre per i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago, non titolari di pensione e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie, ad esclusione della Gestione separata Inps, sono stati previsti 2.160 milioni di euro per l’anno 2020.

Da domani tutti pronti per richiedere il bonus di 600 euro.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa