Decreto Rilancio 2020: lavoro agile (smart working) possibile fino al 31 luglio 2020

22/05/2020

8.594 volte
Decreto Rilancio 2020: lavoro agile (smart working) possibile fino al 31 luglio 2020

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge n. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio 2020) si è confermata la scelta temporanea di consentire il lavoro agile (c.d. smart working) ai genitori lavoratori dipendenti del settore privato.

Lavoro Agile (Smart Working): le condizioni di accesso

In particolare, l'art. 90 del Decreto Rilancio 2020 ha previsto il diritto fino al 31 luglio 2020 (data al momento indicata dalla Delibera del Consiglio dei Ministri 31 gennaio 2020 per la cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19) a svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile anche in assenza degli accordi individuali, fermo restando il rispetto degli obblighi informativi previsti dagli articoli da 18 a 23 della Legge 22 maggio 2017, n. 81, e a condizione che tale modalità sia compatibile con le caratteristiche della prestazione.

Lavoro Agile (Smart Working): i lavoratori che potranno fare richiesta

Potranno fare richiesta di lavoro agile i genitori lavoratori dipendenti del settore privato che hanno almeno un figlio minore di anni 14, a condizione che nel nucleo familiare non vi sia altro genitore beneficiario di strumenti di sostegno al reddito in caso di sospensione o cessazione dell'attività lavorativa o che non vi sia genitore non lavoratore.

Lavoro Agile (Smart Working): gli strumenti a disposizione dei lavoratori

Il decreto Rilancio prevede anche che la prestazione lavorativa in lavoro agile può essere svolta attraverso strumenti informatici nella disponibilità del dipendente qualora non siano forniti dal datore di lavoro.

Lavoro Agile (Smart Working): la comunicazione al Ministero del Lavoro

Per l'intero periodo di fruizione, i datori di lavoro del settore privato comunicano al Ministero del lavoro e delle politiche sociali, in via telematica, i nominativi dei lavoratori e la data di cessazione della prestazione di lavoro in modalità agile, ricorrendo alla documentazione resa disponibile sul sito del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Lavoro Agile (Smart Working): l'ebook di Ingegneria e dintorni

Sull'argomento "Smart Working" un pool di professionisti capitanato dall'ing. Braian Ietto, founder di Ingegneria e dintorni, ha pubblicato un utilissima guida che entra nel dettaglio di tutte le informazioni necessarie a professionisti, imprese o semplici curiosi, per l'attivazione della modalità di lavoro agile.

In particolare, la guida:

  • affronta l’argomento dal punto di vista generale toccando tutti i punti necessari a chi vuole approcciarsi a questa nuova modalità di lavoro;
  • entra nel dettaglio dell’accordo tra datore di lavoro e lavoratore;
  • affronta il problema della gestione della privacy sia tra datore di lavoro e lavoratore che tra datore di lavoro e cliente finale;
  • entra nel dettaglio della gestione della sicurezza da parte del lavoratore in modalità agile;
  • propone diverse soluzioni software per l’utilizzo efficace della nuova modalità di lavoro, che vengono spiegate nel dettaglio.

Per accordi e gestione della sicurezza sono proposti dei modelli di accordo in formato .doc, liberamente modificabili.

Smart Working

SMART WORKING
Normativa, accordo, informativa, privacy e strumenti per il lavoro agile

Vai alla scheda tecnica

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa