Superbonus 110%: ufficiali i decreti del MiSE Asseverazioni e Requisiti Ecobonus

07/08/2020

53.924 volte
Superbonus 110%: ufficiali i decreti del MiSE Asseverazioni e Requisiti Ecobonus

Superbonus 110%: con la pubblicazione ufficiale del Decreto Asseverazioni e del Decreto Requisiti Ecobonus, si è finalmente completato il quadro normativo dei provvedimenti attuativi del Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE) previsti dal D.L. n. 34/2020 (c.d. Decreto Rilancio) per la completa attuazione delle detrazioni fiscali del 110% (c.d. Superbonus) per gli interventi effettuati dall'1 luglio 2020 al 31 dicembre 2021 per il miglioramento dell'efficienza energetica (Ecobonus), la riduzione del rischio sismico (Sisma Bonus), l'installazione di impianti fotovoltaici e di colonnine di ricarica di veicoli elettrici.

Superbonus 110%: cosa manca

I due decreti del MiSE non completano, però, il puzzle dei provvedimenti attuativi previsti dal Decreto Rilancio che necessitano ancora dell’apporto dell’Agenzia delle Entrate che, dopo aver pubblicato la nuova guida fiscale riepilogativa dei superbonus 110%, dovrà emanare un provvedimento del Direttore, in corso di predisposizione, che definirà le modalità per l’esercizio dell’opzione prevista per la cessione del credito.

In particolare, nel provvedimento saranno disciplinati i seguenti aspetti:

  • modalità e termini per la comunicazione dell’opzione all’Agenzia delle entrate: la comunicazione delle opzioni relative alle spese per interventi effettuati sulle singole unità immobiliari andrà effettuata, esclusivamente in via telematica, direttamente dal contribuente beneficiario della detrazione oppure avvalendosi di un intermediario, tramite la procedura web disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate. Nel caso di interventi con detrazione d’imposta spettante nella misura del 110 per cento, la citata comunicazione sarà, invece, trasmessa dal soggetto che rilascia il visto di conformità sulla documentazione che attesta la sussistenza dei presupposti che danno diritto alla detrazione;
  • contenuto del modello di comunicazione, nel quale andranno indicati i seguenti elementi: codice fiscale del beneficiario della detrazione che esercita l’opzione, tipo di opzione esercitata (sconto/cessione del credito), tipologia di intervento effettuato (specificando se si tratta di un intervento effettuato congiuntamente a quelli per i quali spetta la detrazione del 110 per cento), anno di sostenimento e importo della spesa; ammontare della detrazione spettante, dati catastali dell’immobile oggetto dell’intervento, codice fiscale del fornitore (o dei fornitori) che ha praticato lo sconto ovvero del cessionario (o dei cessionari) del credito, codice fiscale del soggetto che rilascia il visto di conformità e dichiarazione di verifica (da parte dello stesso soggetto che appone il visto) della presenza dell’asseverazione “tecnica” e di congruità del prezzo per gli interventi con detrazione al 110 per cento;
  • termini e modalità per l’utilizzo del credito d’imposta in compensazione tramite modello F24 e per l’eventuale successiva cessione del credito, mediante la piattaforma disponibile nell’area riservata del sito internet dell’Agenzia delle entrate.

Superbonus 110%: i due decreti del MiSE Asseverazioni e Requisiti Ecobonus

I due decreti messi a punto dal MiSE, invece, hanno il seguente scopo:

  • il Decreto Requisiti Ecobonus definisce i requisiti tecnici che devono soddisfare gli interventi che beneficiano delle agevolazioni, nonché i massimali di costo specifici per singola tipologia di intervento;
  • il Decreto Asseverazioni definisce i contenuti dell’asseverazione tecnica e le relative modalità di trasmissione del relativo modulo delle asseverazione.

Accedi al Focus Superbonus 110% e resta sempre aggiornato.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa