Superbonus 110% e Decreto asseverazioni: Il timbro fornito dal Collegio o dall’Ordine professionale

12/08/2020

11.293 volte
Superbonus 110% e Decreto asseverazioni: Il timbro fornito dal Collegio o dall’Ordine professionale

Forse pochi hanno intuito cosa si cela dietro l’articolo 2 rubricato “Asseverazioni” del Decreto del Ministero dello sviluppo economico 3 agosto 2020 cosiddetto “Decreto asseverazioni” previsto

I primi due commi dell’articolo 2 del Decreto asseverzioni

Il testo dei primi due commi del citato articolo 2 è il seguente:

1. Il Tecnico Abilitato antepone alla sottoscrizione dell’Asseverazione il richiamo agli articoli 47, 75 e 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

2. Il Tecnico Abilitato, all’atto della sottoscrizione, appone il timbro fornito dal Collegio o dall’ordine professionale, attestante che lo stesso possiede il requisito, prescritto dalla legge, dell’iscrizione nell’Albo professionale e di svolgimento della libera professione.

Che significa "timbro fornito dal Collegio o dall’ordine professionale”

Che succede se il Collegio o l’Ordine professionale cui il professionista è iscritto non ha mai fornito il timbro?

E d’altra parte qual’è la legge che obbliga i Collegi e gli Ordini professionali a fornire ai propri iscritti il timbro?

E quale valore ha un timbro che potrebbe essere contraffatto da chicchessia?

E come si coniuga una simile disposizione con le semplificazioni tanto sbandierate?

Disposizione con carattere ordinatorio

Andiamo con ordine e puntualizziamo che la disposizione ha un carattere ordinatorio e che se il Collegio o l’Ordine non ha mai consegnato al proprio iscritto il timbro ed il professionista utilizza un timbro fai da te o non appone nessun timbro, la sottoscrizione dell’asseverazione è affetta da un non rispetto del comma 2 dell’articolo 1 del decreto del MISE; d’altra parte basta leggere il comma 2 per capire che il Ministero ha voluto dare al timbro una valenza che, in effetti, non ha perché nello stesso comma è affermato, in pratica, che il timbro fornito dal Collegio o dall’Ordine attesta che il professionista possiede il requisito d’iscrizione all’Ordine professionale.

Il timbro non attesta che il Professionista ha il requisito di iscrizione

In verità, non è proprio così perché anche un timbro rilasciato da un Collegio o da un Ordine professionale potrebbe non dire nulla nel caso in cui il professionista sia stato sospeso o sia stato cancellato ma non ha restituito il timbro all’Ordine.

Quali le soluzioni al problema?

Cosa faranno i Collegi e gli Ordini professionali?

Potrebbero chiedere una correzione al decreto o potrebbero, con immediatezza, fornire i timbri a tutti i propri iscritti. Nella logica della semplificazione, però, forse sarebbe il caso di modificare il comma 2 nella seguente maniera:

“2. Il Tecnico Abilitato, all’atto della sottoscrizione, dichiara di essere iscritto al Collegio o all’Ordine professionale indicando la provincia ed il numero di iscrizione.

Sarebbe interessante conoscere cosa ne pensano i Collegi e gli Ordini professionali sia provinciali che nazionali.

A cura di arch. Paolo Oreto

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa