Progettazione di opere di messa in sicurezza: assegnati ai comuni 85 milioni di euro per 10.000 interventi

07/09/2020

2.637 volte
Progettazione di opere di messa in sicurezza: assegnati ai comuni 85 milioni di euro per 10.000 interventi

Sulla Gazzetta ufficiale n. 220 del 4 settembre 2020 il Ministero dell’Interno ha pubblicato l’Avviso relativo al decreto 31 agosto 2020, concernente l’assegnazione di un contributo agli enti locali per la copertura della spesa di progettazione definitiva ed esecutiva per interventi di messa in sicurezza previsto dall’articolo 1, commi da 51 a 58, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, come modificato dall’articolo 1, comma 10 -septies , del decreto-legge 30 dicembre 2019, n. 162, convertito dalla legge 28 febbraio 2020, n. 8.

Asegnati 85 milioni di euro agli Enti Locali per 10.000 interventi

Il decreto del ministero dell'Interno, adottato di concerto con il ministero dell'Economia e delle Finanze e datato 31 agosto 2020 assegna, per il 2020, circa 85 milioni di euro di contributi erariali per le spese di progettazione definitiva ed esecutiva relative ad interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio, nonché per investimenti di messa in sicurezza di strade: Si tratta di quasi 10.000 interventi spalmati su tutto il territorio nazionale.

Enti locali che hanno rosposto entro il 15 maggio 2020

Il contributo è stato riconosciuto agli enti locali che, entro il termine perentorio del 15 maggio 2020, hanno trasmesso al Viminale apposite richieste ritenute ammissibili e verrà erogato entro il prossimo 15 ottobre.
Il decreto - firmato dal capo dipartimento per gli Affari interni e territoriali, Claudio Sgaraglia, e dal Ragioniere generale dello Stato, Biagio Mazzotta - è allegato al presente articolo.

Considerato che l’entità dell’ammontare delle richieste pervenute è risultata superiore alle risorse stanziate, l’attribuzione del contributo è stata effettuata sulla base delle priorità previste dall’articolo 1, comma 53, della richiamata legge n. 160 del 2019, che privilegiano quegli enti locali che presentano maggiore incidenza del fondo di cassa al 31 dicembre dell’esercizio precedente rispetto al risultato di amministrazione risultante dal rendiconto della gestione del medesimo esercizio.

Affidamento della progettazione entro 3 mesi

Ciascun ente beneficiario del contributo è tenuto ad affidare la progettazione entro tre mesi decorrenti dalla data di emanazione. In caso di inosservanza del termine il contributo verrà recuperato dal ministero dell’Interno. Con successivo provvedimento verranno individuate le modalità per lo svolgimento di controlli a campione sulle attività di progettazione oggetto del contributo. 

Gli Allegati 1 e 2

L’allegato 1 al decreto stesso contiene Le richieste ritenute ammissibili e considerate ai fini dell’attribuzione del contributo per l’anno 2020, tenendo conto di quanto previsto dai commi 52 e 55 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2019, n. 160; l’allegato 2 contiene, invece la graduatoria relativa ai contributi per le spese di progettazione definitiva ed esecutiva, concernente interventi di opere pubbliche, che, ai sensi dell’articolo 1, commi da 51 a 58, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, sono stati assegnati, fino a concorrenza delle risorse disponibili, pari ad euro 85.000.000,00 per l’anno 2020, agli enti locali che hanno prodotto richieste di contributo ritenute ammissibili.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa