Coronavirus Covid-19 ieri: Ritorna il modulo per l’autodichiarazione

All’Ordinanza del Ministero della salute e della Regione Lazio 21 ottobre 2020 con cui viene definita la limitazione dal 23 ottobre 2020 agli spostamenti n...

22/10/2020
Coronavirus Covid-19 ieri: Ritorna il modulo per l’autodichiarazione

All’Ordinanza del Ministero della salute e della Regione Lazio 21 ottobre 2020 con cui viene definita la limitazione dal 23 ottobre 2020 agli spostamenti negli orari notturni in tutto il territorio della Regione dalle ore 24:00 alle ore 5:00 del giorno successivo è allegato il Modello di Autodichiarazion ai sensi degli artt. 46, 47 e 76 D.P.R. n. 445/2000 con cui è possibile muoversi, così come disposto all’articolo 2 del provvedimento esclusivamente per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative (a titolo esemplificativo il tragitto domicilio, dimora e residenza verso il luogo di lavoro e viceversa), per gli spostamenti motivati da situazioni di necessità o d’urgenza, ovvero per motivi di salute. L’autocertificazione serve per dichiarare la sussistenza delle situazioni che consentono gli spostamenti in tale arco temporale.

Ordinanza della Regione Lazio

La nuova Ordinanza è stata firmata eri sera dal Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e dal Ministro della Salute, Roberto Speranza.

Ordinanza della Regione Lombardia

La nuova Ordinanza per la Regione Lazio fa seguito all’Ordinanza 21 ottobre 2020, sottoscritta dallo stesso Ministro Speranza e dal Governatore della Regione Lombardia, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale di ieri in  cui all’articolo 1 è precisato che, dal 22 ottobre 2020, “Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, su tutto il territorio della Regione Lombardia, dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza ovvero per motivi di salute; è in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.

Autodichiarazione anche nella Regione Lombardia

Sempre nello stesso articolo 1 è precisato, poi, che la sussistenza delle situazioni che consentono la possibilità di spostamento incombe sull’interessato. Tale onere potrà essere assolto, producendo un’autodichiarazione ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.

Torna, quindi, in ordine sparso nelle varie Regioni che hanno adottato e che adotteranno il coprifuoco nelle ore notturne il modulo per l’autodichiarazione abbondantemente utilizzato nella prima fase della pandemia.

Accedi allo Speciale Coronavirus Covid-19

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata