Servizi di Architettura e Ingegneria: il Comune di Lucera (FG) accetta progetti resi in forma gratuita

Dopo Catanzaro, Solarino e Picierno, la nuova frontiera della amministrazione creativa è rappresentata dai regolamenti comunali con i quali si ammette la pos...

21/12/2017
© Riproduzione riservata
Servizi di Architettura e Ingegneria: il Comune di Lucera (FG) accetta progetti resi in forma gratuita

Dopo Catanzaro, Solarino e Picierno, la nuova frontiera della amministrazione creativa è rappresentata dai regolamenti comunali con i quali si ammette la possibilità per l'amministrazione di accettare ed approvare progetti resi in forma gratuita.

Lo ha previsto il Comune di Lucera (FG) che all'interno del "Regolamento per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di cui all’art. 37 comma 1) del D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici" ha inserito l'art. 6 "Disposizioni particolari per i servizi tecnici attinenti l'architettura e l'ingegneria" che ammette la facoltà per l'Amministrazione di accettare ed approvare progetti resi in forma gratuita, ammettendo che qualora tali progetti possano essere utilizzati per la partecipazione a Bandi emessi da Enti sovra comunali volti al finanziamento di opere pubbliche coerenti con il contenuto della progettazione medesima e in caso dell'effettivo ottenimento del finanziamento dell'opera, verranno affidate allo stesso progettista gli eventuali livelli di progettazione successivi, nonché tutte le eventuali prestazioni professionali conseguenti, quali, ad esempio, la direzione dei lavori, la contabilità e misura, gli adempimenti in materia di sicurezza (sempre a condizione che l'importo delle prestazioni sia inferiore a 40.000 euro), secondo i principi e gli orientamenti vigenti in materia di cumulabilità degli importi.

Niente più avvisi a 1 euro o gratuito, per aggirare la norma è sufficiente sperare nel buon cuore dei liberi professionisti che, è risaputo, hanno il cuore largo e non risentono di una crisi economica senza precedenti.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Documenti Allegati