Certificazione energetica: il rapporto di ENEA e CTI

Pubblicato il documento che fotografa e valuta i punti chiave relativi alla certificazione energetica locale e nazionale dell’anno precedente

di Redazione tecnica - 22/12/2021
© Riproduzione riservata
Certificazione energetica: il rapporto di ENEA e CTI

Pubblicato il secondo Rapporto sulla Certificazione Energetica degli Edifici, la relazione annuale di ENEA e CTI che fotografa e valuta i punti chiave relativi alla certificazione energetica locale e nazionale dell’anno precedente, con l’obiettivo di coglierne gli aspetti critici e le potenziali evoluzioni.

Rapporto sulla Certificazione Energetica: pubblicata la seconda edizione

Frutto della collaborazione tra ENEA e CTI (Comitato Termotecnico Italiano), con il contributo di alcuni dei principali attori che operano nel settore della certificazione energetica, il rapporto fornisce un quadro complessivo dell’evoluzione delle prestazioni energetiche del parco edilizio nazionale allo stato 2020, attraverso l’analisi di circa un milione di Attestati di Prestazione Energetica (APE) trasferiti dai catasti energetici di 17 Regioni e 2 Province Autonome nel Sistema Informativo sugli Attestati di Prestazione Energetica nazionale (SIAPE).

Oltre all'arricchimento della base dati degli APE, un importante risultato di questo ultimo anno è stata la pubblicazione online del Portale SIAPE, ulteriore strumento di divulgazione sui temi della certificazione e dell’efficienza energetica del parco edilizio nazionale, a supporto di cittadini, professionisti, imprese e Pubbliche Amministrazioni.

Il portale SIAPE

Creato e gestito da ENEA, il Portale SIAPE permette di raccogliere e sistemizzare le informazioni contenute negli attestati trasferiti dai catasti energetici di Regioni e Province Autonome. Nel 2020, il SIAPE ha raggiunto il numero di 16 enti collegati e, in questo ambito, ENEA ha svolto un ruolo chiave, collaborando attivamente per lo sviluppo di 7 sistemi regionali di raccolta degli Attestati di Prestazione Energetica (APE). Con la sua futura integrazione nel Portale Nazionale sull’Efficienza Energetica degli Edifici, il SIAPE potrà porsi come strumento di pianificazione e monitoraggio delle strategie e delle policy in tema di riqualificazione energetica degli edifici.

L'importanza del Rapporto sulla Certificazione Energetica

Come ha evidenziato Gilberto Dialuce, Presidente ENEA, “i risultati presentati nel Rapporto rappresentano l’impegno profuso da ENEA e CTI nell’ambito della certificazione energetica, che ha portato al consolidamento di un network con case software e Regioni e Province Autonome. Attraverso queste collaborazioni è stato possibile intraprendere nuovi percorsi per aumentare l’efficacia degli APE e le loro potenzialità. Queste attività sono di estremo rilievo nei contesti nazionale e internazionale dove l’aggiornamento della metodologia per la classificazione degli edifici e la sua armonizzazione a livello europeo sono tematiche di grande attualità.”

Anche Cesare Boffa, Presidente CTI, si è espresso sull’evoluzione del Rapporto: “già con questa edizione sono migliorati i dati di riferimento, è stata potenziata l'analisi degli stessi per fornire informazioni sempre più calate sull'interesse del mercato, si è consolidato il rapporto con le Regioni e le Province Autonome e soprattutto si è diffusa la consapevolezza tra gli operatori circa la disponibilità di uno strumento che sarà sempre più importante per il settore immobiliare”.

I contenuti del Rapporto sulla Certificazione Energetica

Il Rapporto si configura come un vero e proprio manuale che spiega come leggere in modo aggregato le informazioni che vengono raccolte nel SIAPE, in una versione più facilmente comprensibile per tutti gli utenti. Il documento è così articolato:

1. Stato dell’arte della certificazione energetica del parco edilizio in Italia

  • 1.1. Introduzione
  • 1.2 Il Sistema Informativo sugli Attestati di Prestazione Energetica – SIAPE
    • 1.2.1 Il portale SIAPE
  • 1.3 I controlli della qualità dell’Attestato di Prestazione Energetica
  • 1.4 I certificatori energetici
  • 1.5 Miglioramento della qualità delle informazioni degli APE

2. La prestazione energetica del parco edilizio certificato nel 2020

  • 2.1 Raccolta e trattamento dei dati per le analisi sugli APE emessi nel 2020
  • 2.2 Inquadramento territoriale
  • 2.3 Analisi della motivazione di redazione dell’APE
  • 2.4 Analisi del periodo di costruzione
  • 2.5 Analisi della destinazione d’uso
  • 2.6 Analisi degli APE afferenti alla proprietà pubblica
  • 2.7 Analisi degli indici di prestazione e delle emissioni di CO2
    • 2.7.1 Indice di prestazione globale EPgl e degli indici di prestazione globale non rinnovabile EPgl,nren e rinnovabile EPgl,ren
    • 2.7.2 Indice di prestazione termica utile per la climatizzazione invernale EPH,nd
    • 2.7.3 Emissioni di CO2

3. La certificazione energetica negli enti locali

  • Abruzzo
  • Basilicata
  • Bolzano (provincia autonoma)
  • Calabria
  • Campania
  • Emilia-romagna
  • Friuli-venezia giulia
  • Lazio
  • Liguria
  • Lombardia
  • Marche
  • Molise
  • Piemonte
  • Puglia
  • Sardegna
  • Sicilia
  • Toscana
  • Trento (provincia autonoma)
  • Umbria
  • Valle d’aosta
  • Veneto

 

4. La percezione degli enti locali sulla certificazione energetica

  • 4.1 Controllo della qualità degli attestati di prestazione energetica
  • 4.2 Costo dell’attestato di prestazione energetica
  • 4.3 il ruolo dell'APE nelle operazioni immobiliari
  • 4.4 Procedure di calcolo della prestazione energetica

Allegati

  • Allegato 1. Certificazione Energetica: quadro legislativo e normativo
    • A1.01 Quadro legislativo
    • A1.02 Quadro normativo
  • Allegato 2. Sistema di verifica delle informazioni degli APE
    • A2.01 Distribuzione territoriale dei parametri dimensionali
    • A2.02 Analisi della distribuzione territoriale degli indici di prestazione e delle emissioni di CO2
  • Allegato 3. Scheda sull’implementazione della certificazione energetica negli Enti Locali
  • Allegato 4. Questionario la percezione della certificazione energetica a livello locale e nazionale somministrato a Regioni e Province Autonome.