CORKSEAL T-21


TAPPO CILINDRICO CORRUGATO IN GOMMA IDROESPANSIVA, PER L'ERMETIZZAZIONE DEFINITIVA DEL FORO PASSANTE DEI DISTANZIATORI TUBOLARI IN PVC PER CASSERATURE METALLICHE

CORKSEAL T-21 è uno speciale dispositivo di chiusura ermetica per distanziatori di cassero tubolari, costituito da un'anima rigida in materiale plastico poliammidico e da un cappuccio corrugato in gomma idroespansiva. L'anima di CORKSEAL T-21 è provvista di speciali lamelle circolari che lo circondano e che, se correttamente inserito nel distanziatore, assicurano una tenuta meccanica alle alte pressioni in modo che l'elemento sigillante non venga rimosso dalla sede nella quale è posizionato neppure se in presenza di spinta negativa (resistente fino a 5 atm!). Il cappuccio idroespansivo di CORKSEAL T 21 è invece destinato a garantire la sigillatura ermetica dell'interno del distanziatore tubolare.
L'azione idroespansiva del manicotto, attivata dal contatto con l'acqua, comunque nel tempo determinatasi, anche dopo anni rispetto all'avvenuta installazione di CORKSEAL T-21, costituisce l'elemento di tenuta idraulica primaria, di per se stessa in grado di assicurare la sigillatura.

PROCEDURA D'INSTALLAZIONE
Il presidio ermetizzante CORKSEAL T 21 va utilizzato dopo la rimozione dei casseri metallici, quindi solo su distanziatori già "in opera" e immersi nel calcestruzzo.
L'inserimento di CORKSEAL T-21 in distanziatori non posti in opera (in assenza di contrasto esterno) potrebbe provocare la rottura del distanziatore stesso. L'installazione del presidio ermetizzante è da eseguirsi semplicemente inserendo il tappo a mano, all'interno di ciascun distanziatore vuoto, fin dove possibile, per poi completarne l'inserimento mediante un martello leggero fino ad andare "in battuta" (vedi foto). Nonostante CORKSEAL T-21 sia stato studiato e testato per resistere a pressioni fino a circa 5 atmosfere in spinta negativa (cioè quanto è posto all'interno della muratura), si consiglia di applicare il prodotto in spinta positiva, quindi inserendolo dal lato esterno della muratura, dopo aver scasserato e prima di eseguire il reinterro.

CONFEZIONI
Sacchetti da 100 tappi Scatole da 1.000 tappi (10 sacchetti)

CONSUMO
1-2 tappi per m2 di casseratura
IL PROBLEMA
Infiltrazioni d'acqua dai distanziatori di cassero

Nei manufatti in calcestruzzo posti sotto il livello del piano di campagna e comunque in prossimità di falde acquifere, i distanziatori di cassero, sia in lame d'acciaio che tubolari in PVC, costituiscono un elemento di discontinuità, permeazione ed infiltrazione. L'acqua infatti trova, sia in corrispondenza dell'interfaccia calcestruzzo-distanziatore (sede di ritiri differenziali e di frequenti vespai) che e all'interno degli elementi tubolari (anche in presenza degli usuali tappi di chiusura), una facile via di accesso e di infiltrazione in grado di pregiudicare gravemente la tenuta ermetica del manufatto, il cui presidio è stato fino ad ora di difficile e onerosa realizzazione.
LA SOLUZIONE
Guarnizioni e tappi idroespansivi per distanziatori di cassero

Con RINGSEAL L19 (per distanziatori in lame d'acciaio per casserature in legno) e con RINGSEAL T21 abbinato a CORKSEAL T21 (per distanziatori tubolari in PVC per casseri metallici), entrambe le vie di accesso preferenziali sopra descritte, vengono presidiate definitivamente attraverso l'agevole installazione di elementi che, aumentando considerevolmente il proprio volume, rendono assolutamente privo di rischi di infiltrazione la presenza dei distanziatori, per altro praticamente indispensabili nei moderni sistemi costruttivi.


Photogallery

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa