ProTetto

CAMINI WIERER PRESENTA PROTETTO
L'ATTRAVERSAMENTO A TETTO CON IL MAGGIOR GRADO DI SICUREZZA


Il pericolo degli incendi nelle nostre abitazioni dovuto a canne fumarie mal realizzate è un problema purtroppo sempre più attuale. Tale situazione si presenta in modo particolarmente rischioso nel caso di generatori di calore a legna, dove le temperature dei fumi sono molto elevate, quando il sistema di evacuazione fumi deve attraversare strutture in legno, come tetti o solai. Al fine di semplificare e rendere sicura anche la realizzazione di un sistema di evacuazione fumi, che attraversi strutture in legno, Camini Wierer ha studiato e sviluppato un particolare sistema di attraversamento a tetto, efficace, sicuro e semplice da installare, costituito da un nuovo materiale isolante in fibra di vetro con un potere isolante molte volte superiore rispetto ai materiali isolanti tradizionali come la lana minerale. La speciale composizione consente la riduzione della distanza tra il condotto di scarico dei fumi e i materiali combustibili a soli 100 mm rispetto ai 500 mm standard, consentendo il contatto diretto tra l'elemento di attraversamento e la struttura lignea.

Per la posa in opera di ProTetto è necessario:
  • realizzare un foro sulla struttura in legno;
  • inserire e fissare l'elemento di attraversamento a tetto;
  • coprire l'elemento di attraversamento a tetto con un pannello frontale in vermiculite, con la funzione di creare uno schermo che protegga dal calore radiante;
  • rifinitura con speciale rosetta in acciaio inossidabile trattato.

L'attraversamento a tetto, progettato da Camini Wierer, è disponibile dal diametro di 130 mm al diametro di 250 mm e per spessori della struttura da attraversare di 12, 24, 36 e 100 cm. Testato e omologato dal DIBt, Deutsche Institut für Bautecknik di Berlino (certificato numero: Z-7.4-3408) è pertanto in grado di offrire una sicurezza certificata.


PHOTOGALLERY

CONTATTA

Condividi scheda con
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa