Riforme costituzionali: superato il bicameralismo paritario

14/04/2016

636 volte

La Camera, con 361 voti favorevoli e 7 contrari (le opposizioni non hanno partecipato al voto), ha approvato in via definitiva, in seconda deliberazione e a maggioranza assoluta dei suoi componenti, il disegno di legge costituzionale (C. 2613-D) Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione (Approvato, in prima deliberazione, dal Senato, modificato, in prima deliberazione, dalla Camera, modificato, in prima deliberazione, dal Senato, approvato, senza modificazioni, in prima deliberazione, dalla Camera e approvato, in seconda deliberazione, con la maggioranza assoluta dei suoi componenti, dal Senato).

A cura di Ufficio Stampa Camera



© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa