Destinare 8 per mille al recupero del patrimonio culturale nelle aree del sisma

23/01/2017

732 volte

Condivido pienamente la proposta del Presidente della commissione Ambiente della Camera Ermete Realacci di destinare per dieci anni la quota dell’8 per mille di pertinenza statale al recupero del patrimonio culturale nelle aree colpite dalla lunga catena di eventi sismici cominciata il 24 agosto. Centri storici, musei, chiese, abazie di un’area in cui si è sviluppato l’embrione stesso della civiltà europea devono essere recuperati con un’azione straordinaria mobilitando ingenti energie e ritengo che le risorse statali dell’8 per mille non possano avere destinazione migliore”.

Queste le parole del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, in merito alla proposta di Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera, di destinare l'8x1000 dello Stato alla ricostruzione e al restauro di questi beni feriti.

In sede governativa Franceschini ha sottolineato "farò mia questa proposta e mi attiverò in questa direzione".

A cura di Redazione LavoriPubblici.it



© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa