Garanzia Giovani Ministero del lavoro firma protocollo di intesa con Generali

31/01/2017

610 volte

Generali Italia si schiera al fianco del Ministero del Lavoro per favorire l'occupazione giovanile. Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giuliano Poletti, e il Country Manager di Generali, Marco Sesana, hanno firmato il protocollo d'intesa per favorire l'inserimento dei ragazzi all'interno delle realtà aziendali di Generali Italia. Con questo accordo, Generali Italia si impegna ad aumentare i tirocini formativi e il livello di occupazione dei giovani che hanno finito gli studi e non fanno ancora parte del mondo del lavoro (Neet - Not in Education, Employment or Training),  offrendo loro nuove opportunità lavorative.

L'obiettivo di Generali Italia è duplice: da un lato incentivare le azioni per garantire l'inserimento lavorativo di giovani con competenze specifiche, quali attitudine alla promozione commerciale, competenze tecnico-amministrative, profili digital e analisi di Big Data; dall'altro lato favorire la crescita della cultura imprenditoriale nei giovani, creando opportunità di sviluppo di competenze commerciali e manageriali. Nell'ottica di un'ottimale valorizzazione del capitale umano, Generali Italia potrà inoltre attingere al data base del programma "Garanzia Giovani" per la selezione di giovani talenti.

"Sono davvero soddisfatto - ha dichiarato Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali - per l'avvio della collaborazione con Generali Italia, che ci permette di ampliare e qualificare le opportunità offerte dal programma Garanzia Giovani. Il fatto che importanti soggetti economici scelgano di utilizzare il programma per favorire l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro ne conferma l'utilità ed il valore positivo. Sono fiducioso che anche questa iniziativa, come altre che abbiamo avviato, potrà dare risultati positivi".    

"Con questa collaborazione", ha sottolineato Marco Sesana, Country Manager e Amministratore Delegato di Generali Italia "vogliamo avere un ruolo attivo nel sistema socio-economico del Paese promuovendo l'inclusione sociale, l'inserimento lavorativo e il recupero formativo del giovani".



© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa