GSE: A “scuola di energia” con gli studenti di Amatrice

07/03/2017

629 volte

Parte domani il progetto di alternanza scuola-lavoro con il quale il Gestore dei Servizi Energetici “adotterà” gli studenti della classi III e IV del Liceo Scientifico
di Amatrice. L’8 e il 9 marzo si terranno le prime lezioni dei rappresentanti del GSE che, oltre a riguardare fonti rinnovabili, efficienza energetica e sviluppo sostenibile, introdurranno successivi laboratori e un campo estivo durante il quale gli studenti stessi potranno
trascorrere alcune giornate di lavoro all’interno del GSE.
Il progetto, realizzato con il sostegno di ELIS, Consorzio formato da un’estesa rete di aziende italiane, rientra nel programma Alternanza Scuola-lavoro introdotto dalla riforma “La Buona Scuola”. Gli obiettivi sono il miglioramento della formazione degli studenti, l’integrazione dell’attività scolastica con quella lavorativa e l’innovazione del sistema didattico italiano.
Un’iniziativa alla quale il GSE, con il Presidente Francesco Sperandini, ha aderito con entusiasmo, nella piena convinzione che questa possa rappresentare un concreto investimento sul futuro delle nuove generazioni. L’obiettivo è coerente con la mission e i valori aziendali orientati alla trasparenza, alla buona governance e soprattutto alla responsabilità sociale d’impresa. Oggi, infatti, la collaborazione fra istituzioni territoriali, enti di formazione e imprese consente di ottenere risultati significativi non solo in tema di formazione, ma di prospettive occupazionali per i giovani.
Dunque dall’8 marzo e fino a tutto il mese di aprile, i “Maestri di mestiere” (funzionari del GSE) stimoleranno la curiosità dei giovani studenti sul mondo della sostenibilità ambientale.
In classe verranno illustrate tematiche quali le politiche energetiche globali, la struttura e il funzionamento degli impianti a fonti rinnovabili, nonché la cultura organizzativa e l’orientamento al mondo del lavoro.
Nella seconda e ultima fase, si terrà il Summer Camp presso le strutture ELIS di Roma, durante il quale i ragazzi saranno coinvolti in un laboratorio territoriale di una settimana per un progetto di realizzazione di un prototipo in linea con le attività istituzionali del GSE.
Quest’ultima fase vedrà anche il coinvolgimento sinergico della Società Saipem S.p.A.



© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa