Via libera dal Cipe per delibere su infrastrutture e trasporti proposte dal Ministro Delrio

03/03/2017

683 volte

Approvati dal Cipe i progetti definitivi per 4 importanti infrastrutture: 

  • quadruplicamento Fortezza Val Gardena; 
  • quarto lotto E78 Grosseto-Siena; 
  • metro di Torino Collegno Cascine-Vica; 
  • due varianti per M4 Milano.

Inoltre, via libera al contratto di servizio Intercity con Trenitalia di Mit e Mef.

Nel dettaglio:

Quadruplicamento Fortezza Val Gardena
Approvato il progetto definitivo con prescrizioni e raccomandazioni, del 1° lotto «Fortezza - Ponte Gardena» del Quadruplicamento della linea ferroviaria Fortezza – Verona, per circa 25 km più interconnessioni alla linea storica. Il progetto preliminare era stato approvato con delibera CIPE n. 82/2010.

Quarto lotto E78 Grosseto-Siena
Approvato, con prescrizioni, il progetto definitivo dell’intervento “Itinerario E78 SGC Grosseto-Fano - Tratto Grosseto-Siena – Lotto 4, adeguamento a quattro corsie del tratto in questione per circa 3 km, del costo complessivo di circa 106,8 milioni di euro al netto di IVA.

Metro di Torino Collegno Cascine-Vica
Approvato ai sensi dell’articolo 169, comma 3, del decreto legislativo n. 163/2006 due varianti localizzative della linea metropolitana M4 di Milano, "San Cristoforo (Lorenteggio) — Linate", il cui progetto definitivo è stato approvato dal Comitato con delibera n. 66/2013.
 Le varianti sottoposte all’approvazione del CIPE non richiedono ulteriori finanziamenti e il limite di spesa è confermato in circa 1.850,6 milioni di euro.

M4 Milano
Approvato, ai sensi dell’art. 167, comma 5, del D.Lgs 163/2006, con prescrizioni e raccomandazioni, il progetto definitivo dell’intervento denominato - metropolitana leggera automatica di Torino, tratta Collegno - Cascine Vica, 1° lotto funzionale Fermi - Collegno centro‖, della lunghezza di circa 1,7 km, con 2 stazioni, il cui costo complessivo previsto è di 123,7 milioni di euro, al netto dell’IVA.

Il CIPE ha espresso inoltre, con adozione di delibera, parere favorevole  in merito al Contratto di servizio Trenitalia in ambito di obblighi di servizio pubblico per il trasporto ferroviario di passeggeri a media-lunga percorrenza 2017-2026, finalizzato a garantire servizi di trasporto essenziali per il Paese, per garantire mediante la previsione di obblighi di servizio pubblico collegamenti a domanda debole, non serviti da servizi di mercato. Il corrispettivo proposto per Trenitalia viene aumentato. Il volume e la qualità dei servizi vengono migliorati, aumentando l’offerta di treni intercity diurni o notturni del 10% circa, a 25 milioni di treni per chilometro, rafforzando la qualità e introducendo un meccanismo di concorrenza per il 10% del volume dei servizi in questione. Il contratto include Investimenti e manutenzione, per circa 971,7 milioni di euro dal 2017 al 2026 e sono destinati in particolare ad avviare il rinnovamento del materiale rotabile.



© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa