Immobiliare, riaperti i book per gli investimenti in Italia

28/04/2017

662 volte

Gli investitori "hanno riaperto i book sull'Italia, è stato detto durante la fiera internazionale dell'Immobiliare, il Mipim, ed ora abbiamo casi concreti di investimenti sul Real Estate finanziati in quanto corrispondenti ai canoni  qualitativi delle buone pratiche internazionali". Così Valerio De Luca, segretario generale Diplomatia, nel corso del suo intervento al convegno "l’investimento immobiliare in Italia e all’estero”.

Gli investimenti immobiliari in Italia oggi puntano molto più su Milano che su Roma -ha sottolineato Emanuele Caniggia, Ceo di Idea Fimit Sgr- il resto di Italia, invece, é troppo piccola per essere attrattiva. Occorrono misure normative puntuali per alimentare gli investimenti".

Giovanni M. Benucci, ad di Fabrica, ha precisato che "per quanto riguarda i profili normativi che interessano il mercato immobiliare sicuramente è necessario richiamare l'attenzione del legislatore per favorire gli investimenti nel nostro Paese".

Gli investimenti nel real estate italiano "sono fondamentali per rimettere in moto l’economia e per rendere sempre più funzionali e sicuri i territori, le città e le periferie – ha concluso Paolo Crisafi, direttore generale di Assoimmobiliare - E’ importante proseguire la strada di ammodernamento e di allineamento alle migliori pratiche internazionali globali e che le istituzioni attivino politiche industriali sul settore immobiliare“.

A cura di Assoimmobiliare



© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa