Ance e Filiera a Renzi: rimettere in moto le costruzioni priorità del Paese

28/02/2018

929 volte

Positivi gli sforzi fatti per aumentare gli stanziamenti in infrastrutture, ma burocrazia e codice appalti hanno frenato la spesa. Puntare sulla rigenerazione urbana.

Un confronto franco e costruttivo quello avvenuto oggi tra il Presidente dell’Ance, Gabriele Buia,  accompagnato dalla squadra di vice presidenti, e il Segretario del Partito Democratico, Matteo Renzi. Presenti all’incontro di lavoro i vertici delle sigle datoriali e delle professioni della lunga filiera delle costruzioni firmatarie del Manifesto per le elezioni 2018.

Tra gli argomenti sui quali si è concentrata l’attenzione della filiera, le strategie per il rilancio di un settore fondamentale per accelerare la ripresa del Pil e che, nonostante le importanti risorse stanziate, è ancora in fase di stallo, con un deludente -0,1% di investimenti anche per il 2017.

Tra le priorità di intervento che il Presidente Buia ha evidenziato al leader Pd, lo snellimento e la semplificazione delle procedure che bloccano l’apertura dei cantieri, una legge nazionale per avviare concretamente il processo di rigenerazione urbana, incentivando gli interventi demolizione e ricostruzione, e la necessità di aprire un tavolo di confronto con le istituzioni competenti per apportare modifiche al codice degli appalti.

A cura di Ufficio Stampa ANCE



© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa