Rinnovata la convenzione UNI-CNI per la consultazione delle norme tecniche

01/02/2021
858 volte

Il Consiglio Nazionale Ingegneri da tempo contribuisce direttamente alla crescita ed al rafforzamento dell’UNI (Ente Italiano di Normazione), organismo di normazione nazionale, di cui è grande dal 2013. Svolge il suo ruolo attivo attraverso i numerosi ingegneri esperti presenti nelle varie commissioni tecniche ed i numerosissimi abbonati alle norme, convinto dell’importanza della normazione tecnica quale elemento di progresso ma anche di promozione del sistema Paese Italia.

La «normazione tecnica» si rivolge a un panorama di soggetti estremamente ampio, nel quale figura, oltre a destinatari tradizionali come le industrie e le pubbliche amministrazioni, anche una quota crescente di utenti e consumatori, centri di ricerca e università, PMI e ordini professionali. Un settore che conosce un rapido e consistente sviluppo in risposta all’esigenza di rendere accessibili e condivisibili al massimo grado le specifiche tecniche oggetto di tale forma di regolamentazione a livello sovranazionale (europeo) e internazionale.

Va anche detto che, nello specifico contesto dell’Unione Europea, le norme tecniche hanno rappresentato un veicolo di integrazione socio-economica, oltre che di implementazione dei principi dell’economia di mercato e di libera circolazione e concorrenza. UNI, dunque, oltre ai compiti istituzionali relativi al comparto economico “interno”, svolge anche una funzione importante nel verificare e proporre norme che, «armonizzate»,  sono destinate a essere applicate in modo uniforme all’interno dello spazio giuridico dell’Unione.

In questo contesto, è particolarmente importante che i professionisti, in particolare gli ingegneri, possano consultare la normativa tecnica in maniera agevole, senza che questo rappresenti un aggravio economico insostenibile. Per questo motivo, ormai da anni il CNI stipula una convenzione con UNI che consente agli iscritti all’Ordine di accedere alla consultazione delle norme tecniche a prezzi agevolati.

A questo proposito, il CNI nei giorni scorsi ha rinnovato la convenzione per il biennio 2021-22.  La Convenzione, tra le altre cose, prevede:

  • Abbonamento per la consultazione delle norme tecniche al prezzo agevolato di € 50,00 + IVA per una durata di 12 mesi a partire dalla data di sottoscrizione sul portale UNI. Possibilità di abbonarsi per una durata di 24 mesi (sempre a partire dalla data di sottoscrizione) al prezzo agevolato di € 90,00 + IVA.
  • Download di ciascuna norma alla tariffa agevolata di € 15,00 + IVA.

Una volta che il proprio Ordine Territoriale di appartenenza avrà aderito, gli iscritti potranno abbonarsi andando sul sito di UNI all’indirizzo www.uni.com, nella sezione “catalogo/convenzioni” cliccando sul link relativo alla convenzione con il CNI.

Con l’occasione il CNI riafferma l’importanza dello studio e dell’applicazione delle norme tecniche nell’attività professionale dell’ingegnere. Basti pensare alle molteplici applicazioni della “cultura della normazione tecnica” generate dall’emergenza sanitaria in atto e le misure di rilancio dell’economia che il Governo ha varato in questo periodo.

Fonte: CNI

© Riproduzione riservata