Manuale operativo per RSPP

Vincenzo Nastasi

SPESSO LO ACQUISTANO CON

Manuale operativo per RSPP 28.00 €
DVR Redazione del Documento di Valutazione dei Rischi 60.00 €
Manuale Sicurezza Lavoro 47.00 €

Totale:

Acquistandoli insieme risparmierai

AGGIUNGI AL CARRELLO

DESCRIZIONE

OBBLIGHI E RESPONSABILITÀ DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE AZIENDALE 

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione aziendale (RSPP) è una figura essenziale nel sistema di gestione della sicurezza e salute previsto dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 recante «Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro».

La continua innovazione tecnologica, la trasformazione del mondo del lavoro, il recepimento di nuove direttive e regolamenti UE da un lato e l’avanzamento della ricerca in materia di sicurezza e salute sul lavoro dall’altro lato, rendono necessario l’aggiornamento continuo della figura RSPP.

Il Coronavirus responsabile della pandemia del 2020, denominato SARS-CoV-2, ha complicato il compito professionale del RSPP, già di per sé abbastanza oneroso. Questo manuale si propone di dare in modo sintetico una visione unitaria e organica sulle principali modalità operative che la figura del RSPP deve svolgere, nei luoghi di lavoro sia privati che pubblici, anche alla luce della emergenza sanitaria SARS-CoV-2. 

Gli argomenti trattati nel testo sono:

  • Rapporti del RSPP con i soggetti interni ed esterni all’azienda; il nuovo sistema prevenzionale alla luce delle direttive e regolamenti UE.
  • Valutazione e gestione dei rischi, tenendo conto della diversità delle forze lavoro.
  • Adeguamento del DVR, tenendo conto del rischio di contagio da SARS-CoV-2, con le relative misure di contenimento e di prevenzione;
  • Gestione delle emergenze e integrazione del piano di emergenza aziendale alla luce del COVID-19.

Responsabilità civili e penali del RSPP, con casi di giurisprudenza che dimostrano che il RSPP, anche se privo di poteri decisionali e di spesa, può essere ritenuto corresponsabile del verificarsi di un infortunio o di una malattia professionale, ogni qual volta questo sia oggettivamente riconducibile ad una situazione pericolosa che egli avrebbe avuto l’obbligo di conoscere e segnalare (colpa professionale).

La WebApp inclusa gestisce le seguenti utilità:

  • Schemi di modelli per la gestione della sicurezza.
  • Banca dati normativa e giurisprudenza consultabile attraverso un motore di ricerca, con aggiornamenti automatici per 365 giorni dall’attivazione della WebApp.

REQUISITI HARDWARE E SOFTWARE

Qualsiasi dispositivo con MS Windows, Mac OS X, Linux, iOS o Android; accesso ad internet e browser web con Javascript attivo; software per la gestione di documenti Office e PDF.

AUTORE

Vincenzo Nastasi, ingegnere. È stato Ricercatore/Tecnologo dell’ISPESL ed attualmente è Tecnologo dell’INAIL – Settore Ricerca Certificazione e Verifica, per il quale si occupa della verifica di attrezzature e di impianti nelle varie realtà produttive; inoltre è docente in corsi di formazione sulla prevenzione e protezione dai rischi.

INDICE

INTRODUZIONE

1. RAPPORTI DEL RSPP CON SOGGETTI ALL’INTERNO E ALL’ESTERNO DELL’AZIENDA
1.1.
 Generalità
1.2. Rapporti del RSPP con soggetti all’interno della azienda
1.3. Rapporti del RSPP con soggetti esterni della azienda 

2. RSPP: CAPACITÀ, REQUISITI PROFESSIONALI E PERCORSI FORMATIVI
2.1.
 Premessa
2.2. Servizio di Prevenzione e Protezione (SPP)
2.3. Capacità e requisiti professionali degli ASPP e dei RSPP interni ed esterni
2.4. Sintesi del percorso formativo per RSPP e ASPP
2.5. Interventi vari relativi alla formazione e previsti dal nuovo Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016
2.6. Compiti del servizio di prevenzione e protezione
2.7. Svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi
2.8. Riunione periodica

3. IL NUOVO SISTEMA PREVENZIONALE
3.1.
 Caratteristiche e filosofia del D.Lgs. n. 81/2008
3.2. Il sistema legislativo sulla sicurezza e salute dei lavoratori
3.2.1. Fonti normative
3.2.2. Gerarchia delle fonti normative
3.2.3. Diritto Comunitario
3.2.4. Codice Penale
3.2.5. Codice Civile
3.2.6. Costituzione Italiana
3.3. Norme tecniche, Buone prassi e Linee guida

4. I SOGGETTI DEL NUOVO SISTEMA PREVENZIONALE
4.1.
 Generalità
4.2. Datore di lavoro nel settore privato e nel settore pubblico
4.2.1. Datore di lavoro pubblico. Enti Locali 
4.3. Dirigente, Preposto
4.4. Obblighi del datore di lavoro, del dirigente e del preposto: delega di funzioni
4.4.1. Delega di funzioni
4.5. Lavoratore
4.6. RSPP e ASPP
4.7. Medico competente e sorveglianza sanitaria
4.8. Imprese familiari, lavoratori autonomi, coltivatori diretti, artigiani e piccoli commercianti, volontari
4.9. Progettisti, fabbricanti, fornitori e installatori
4.10. Rappresentante dei Lavoratori per la sicurezza
4.11. Sistema sanzionatorio. Sospensione dell’attività. Obblighi e sanzioni. Principio di specificità. Organi di vigilanza. Responsabilità giuridica delle imprese
4.11.1. Sistema sanzionatorio
4.11.2. Sospensione dell’attività. Responsabilità giuridica delle imprese
4.11.3. Obblighi e sanzioni ai sensi del Titolo I del D.Lgs. n. 81/2008 e ss.mm.ii.
4.11.4. Principio di specificità
4.11.5. Organi di vigilanza
4.12. Sistema Istituzionale in materia di salute e sicurezza lavoro
4.13. Organi di informazione, assistenza, consulenza, formazione e promozione. Interpello
4.14. Contratti d’appalto o d’opera o di somministrazione. DUVRI e incaricato a sovrintendere la cooperazione e il coordinamento tra imprese (articolo 26, D.Lgs. n. 81/2008)
4.15. Sistema di qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi
4.16. Attribuzioni e compiti dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza

5. VALUTAZIONE E GESTIONE DEI RISCHI. DIVERSITÀ DELLA FORZA LAVORO
5.1.
 Diversità della forza lavoro. Fattori di rischio e Livello di rischio
5.2. Informazioni sui criteri, metodi e strumenti per la valutazione dei rischi
5.3. Metodo ad indice per la valutazione dei rischi
5.4. Principali fattori di rischio
5.5. Gruppi a rischio accresciuto: gestione della vulnerabilità
5.6. Rischio incerto: metodi cautelativi
5.7. Quasi incidenti
5.8. Correlazione tra rischio ed emergenza
5.9. Modalità di valutazione dei rischi: procedure standardizzate
5.10. Salute e sicurezza nel telelavoro e nel smart working (lavoro agile)
5.10.1. Telelavoro
5.10.2. Smart working (lavoro agile)
5.11. Sicurezza e salute nei luoghi di lavoro per le articolazioni centrali e periferiche della Polizia di Stato e delle strutture del Ministero dell’interno nonché del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso pubblico e della Protezione civile e del Corpo Nazionale dei VV.F.
5.12. Sicurezza sul lavoro e fattorini rider
5.13. Fattori di rischio nell’Industria 4.0. Robot, cobot e esoscheletri

6. SARS-CoV-2 E SICUREZZA LAVORO
6.1.
 Generalità
6.2. Aggiornamento del DVR a seguito dell’emergenza del coronavirus
6.3. Rischio biologico da coronavirus

7. GESTIONE DELLE EMERGENZE INCENDIO E PRIMO SOCCORSO ALLA LUCE COVID-19
7.1.
 Gestione delle emergenze ed integrazione del Piano di emergenza aziendale alla luce del COVID-19
7.2. Primo soccorso. Predisposizione di apposita procedura per gli addetti al primo soccorso che tenga conto del COVID-19
7.3. Prevenzione incendi
7.4. Sicurezza antincendio nei luoghi di lavoro con presenza di disabili

8. LA PREVENZIONE SANITARIA ALLA LUCE DEL COVID-19
8.1.
 Generalità
8.2. Infortunio
8.3. Malattia professionale
8.4. Infortunio per COVID-19
8.5. Infortunio in itinere e danno biologico
8.6. Comunicazione di infortunio e Denuncia di infortunio. Soppressione del Registro di infortuni
8.7. Attività di Sanificazione
8.8. Sorveglianza sanitaria per i lavoratori fragili

9. VALUTAZIONE DEL RISCHIO DA CONTAGIO DA SARS-CoV-2 IN OCCASIONE DI LAVORO. MISURE DI CONTENIMENTO E STRATEGIE PER LA PREVENZIONE
9.1.
 Generalità
9.2. Articolazione del protocollo
9.3. Valutazione del rischio da contagio da SARS-CoV-2 in occasione di lavoro
9.4. Strategie per la prevenzione
9.4.1. Misure organizzative
9.4.2. Misure di prevenzione e protezione
9.4.3. Misure specifiche per la prevenzione dell’attivazione di focolai epidemici

10. LA RESPONSABILITÀ E LE PRINCIPALI SENTENZE RELATIVE AL RUOLO DI RSPP
10.1.
 Responsabilità penale
10.2. Responsabilità civile e la tutela assicurativa
10.3. Principali sentenze relative al ruolo di RSPP

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

CONTENUTI E ATTIVAZIONE DELLA WEBAPP
1.
 Contenuti della WebApp
2. Requisiti hardware e software
3. Attivazione della WebApp
4. Assistenza tecnica sui prodotti Grafill (TicketSystem)

CHI HA ACQUISTATO QUESTO HA COMPRATO ANCHE

I PIÙ CONSULTATI

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa