POS per tipologie di cantiere

Vincenzo Mainardi

SPESSO LO ACQUISTANO CON

POS per tipologie di cantiere 49.40 €
Prove diagnostiche su edifici esistenti 32.00 €
Pi.M.U.S. per tipologie di ponteggio 40.00 €

Totale:

Acquistandoli insieme risparmierai

AGGIUNGI AL CARRELLO

DESCRIZIONE

Software per la redazione del Piano Operativo di Sicurezza (POS) con 150 schede per le lavorazioni, 15 diverse tipologie di cantiere ed esempio editabile di Piano Sostitutivo di Sicurezza (PSS)

Il POS è il Piano Operativo di Sicurezza che le imprese devono presentare prima di entrare in un cantiere edile, nel rispetto dell’Allegato XV al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e ss.mm.ii., Testo Unico Sicurezza sul Lavoro (T.U.S.L.).

POS per tipologie di cantiere è il software intuitivo per la redazione facile e veloce del Piano Operativo di Sicurezza con il collaudatissimo metodo per sezioni.

Il software è predisposto per l’inserimento di tutti i dati fondamentali e, in questa nuova edizione, include 150 schede per le lavorazioni e una sezione speciale per 15 diverse tipologie di cantiere:

  1. Edifici con telaio in c.a.;
  2. Prefabbricati in calcestruzzo;
  3. Ristrutturazione edilizia;
  4. Restauro e risanamento conservativo;
  5. Manutenzione condominiale;
  6. Lavori con ponteggi importanti;
  7. Intervento su impianti elettrici esistenti;
  8. Urbanizzazioni, giardini;
  9. Impianto fotovoltaico;
  10. Linee-vita (dispositivi anticaduta);
  11. Isolamento a cappotto;
  12. Copertura in legno;
  13. Ascensore;
  14. Gruppo frigorifero;
  15. Strutture metalliche in funzione antisismica.

Tra le novità di POS per tipologie di cantiere:

  • il nuovo menù PSS che consente la compilazione del Piano Sostitutivo di Sicurezza;
  • un POS interamente sviluppato (in formato .rtf);
  • Glossario fondamentale (termini tecnico-normativi più utilizzati);
  • Test d’ingresso (verifica della formazione di base);
  • Verifica finale di apprendimento (verifica dei concetti analizzati).

Requisiti minimi hardware e software

Processore da 2.00 GHz; MS Windows Vista/7/8/10 (è necessario disporre dei privilegi di amministratore); MS .Net Framework 4 e vs. successive; 250 MB liberi sull’HDD; 2 GB di RAM; Scheda video con 512 MB di RAM dedicata; MS Office 2007 e vs. successive; Accesso ad internet e browser web.

Indice

1. IL PIANO OPERATIVO DI SICUREZZA
1.1. Che cos’è il POS (piano operativo di sicurezza)?
1.2. Chi deve redigere il POS e quando deve presentarlo?
1.3. Quali sono i contenuti obbligatori del POS?
1.4. Quali sono le differenze tra il POS e il PSC? Ecco perché occorrono più piani nello stesso cantiere
1.5. Il PIMUS fa parte del POS?
1.6. Le “Linee guida 2006”
1.7. La valutazione dell’idoneità tecnica delle imprese (ITP)
1.8. Il POS nei cantieri senza coordinatore
1.9. Il POS nei lavori pubblici, e cenni al PSS

2. LA NORMATIVA FONDAMENTALE
2.1. D.Lgs. n. 81/2008 – D.Lgs. n. 106/2009, nuovo Testo unico per la sicurezza del lavoro (T.U.S.L.)
2.2. Il Titolo IV del D.Lgs. n. 81/2008 s.m. (Recepimento della Direttiva cantieri)
2.3. L’Allegato XV del D.Lgs. n. 81/2008 s.m. (Contenuti minimi dei piani di sicurezza)
2.4. L’Allegato XVII del D.Lgs. n. 81/2008 s.m. (Valutazione di idoneità tecnico professionale)

3. INSTALLAZIONE DEL SOFTWARE “POS PER TIPOLOGIE DI CANTIERE”
3.1. Introduzione al software “POS per tipologie di cantiere”
3.2. Requisiti minimi hardware e software
3.3. Download del software e richiesta della password di attivazione
3.4. Installazione e attivazione del software

4. ELEMENTI DEL SOFTWARE “POS PER TIPOLOGIE DI CANTIERE”: LA FINESTRA DI LAVORO
4.1. Premessa
4.2. La Finestra di lavoro
4.3. La barra del titolo
4.4. La barra dei menu ed il “menu File”
4.5. Il “menu Modifica”
4.6. Il “menu Inserisci”
4.7. Il “menu Formato”
4.8. Il “menu Opzioni”
4.9. Il “menu Utilità”
4.10. Il “menu PSS”
4.11. Il “menu Test”
4.12. Il “menu Collegamenti”
4.13. Il “menu Help”
4.14. La barra dei comandi
4.15. La barra di formattazione
4.16. Il righello
4.17. La Lista dei files
4.18. L’Area di lavoro
4.19. Lavorare con POS per tipologie di cantiere

5. COMPILARE UN POS UTILIZZANDO IL SOFTWARE “POS PER TIPOLOGIE DI CANTIERE”
5.1. Compilare il piano operativo con il “metodo per sezioni”
5.2. Testi in colore blu; elaborazione e formattazione del testo; aprire un nuovo POS o un POS già esistente
5.3. Creazione di un nuovo piano operativo di sicurezza (POS)
5.4. Creare il piano operativo per lo specifico cantiere
5.5. Selezione delle schede nella Sezione 9 e stampa del POS
5.6. Elenco delle schede che costituiscono la Sezione 9 del piano
5.7. Criticità particolari trattate nella Sezione 9b del piano (15 tipologie diverse)
5.8. Aggiornamento o riutilizzo di un POS
5.9. Uso professionale del software “POS per tipologie di cantiere”
5.10. “Utilità” e consultazione on-line del D.Lgs. n. 81/2008 aggiornato
5.11. Il glossario fondamentale nel menu delle utilità
5.12. Preparare il PSS (piano sostitutivo) utilizzando il software allegato

6. ESEMPIO COMPLETO DI UN POS CORRETTAMENTE COMPILATO
6.1. POS e ITP per un intervento di manutenzione su di un condominio
6.2. Le nuove attività critiche nel cantiere: fotovoltaico, linee-vita, isolamento a cappotto
6.3. Consultare ed utilizzare l’esempio di POS

7. I TEST ON-LINE
7.1. Il test d’ingresso
7.2. La verifica finale di apprendimento

8. QUICK REFERENCE
8.1. Informazioni rapide sul piano operativo di sicurezza
8.2. Informazioni rapide sul software “POS per tipologie di cantiere”

CHI HA ACQUISTATO QUESTO HA COMPRATO ANCHE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa