Credito d'imposta per la formazione 4.0: Pubblicate le disposizioni attuative

27/06/2018

1.807 volte

Sulla Gazzetta ufficiale n. 143 del 22 giugno 2018 è stato pubblicato il Decreto del Ministero dello Sviluppo economico 4 maggio 2018 recante “Disposizioni applicative del credito d'imposta per le spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal Piano Nazionale Industria 4.0”.

Con la pubblicazione del decreto vene dato il via al credito d'imposta per gli investimenti effettuati dalle imprese per la formazione del personale negli ambiti funzionali al processo di trasformazione tecnologica e digitale 4.0.

Il decreto reca le disposizioni applicative dell'incentivo fiscale con procedura automatica introdotto, nella forma di credito d'imposta utilizzabile esclusivamente in compensazione, dall'art. 1, commi da 46 a 56, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, per talune spese di formazione del personale dipendente nel settore delle tecnologie previste dal “Piano Nazionale Industria 4.0” sostenute nel periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017.

Possono accedere al credito d'imposta tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, ivi incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dall'attività economica esercitata, comprese la pesca, l'acquacoltura e la produzione primaria di prodotti agricoli, dalla natura giuridica, dalle dimensioni, dal regime contabile e dalle modalità di determinazione del reddito ai fini fiscali. Gli enti non commerciali che esercitano attività commerciali possono accedere al credito d'imposta in relazione al personale dipendente impiegato anche non esclusivamente in tali attività. Il credito d'imposta non si applica alle “imprese in difficoltà”, così come definite dall'art. 2, punto 18), del regolamento (UE) n. 651/2014.

Sono ammissibili al credito d'imposta le attività di formazione finalizzate all'acquisizione o al consolidamento, da parte del personale dipendente dell'impresa, delle competenze nelle tecnologie rilevanti per la realizzazione del processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese previsto dal “Piano nazionale Impresa 4.0”. Costituiscono in particolare attività ammissibili al credito d'imposta le attività di formazione concernenti le seguenti tecnologie:

  •  big data e analisi dei dati;
  •  cloud e fog computing;
  •  cyber security;
  •  simulazione e sistemi cyber-fisici;
  •  prototipazione rapida;
  •  sistemi di visualizzazione, realta' virtuale (RV) e realta' aumentata (RA);
  •  robotica avanzata e collaborativa;
  •  interfaccia uomo macchina;
  •  manifattura additiva (o stampa tridimensionale);
  •  internet delle cose e delle macchine;
  •  integrazione digitale dei processi aziendali.

In allegato il Decreto del Ministero dello Sviluppo economico 4 maggio 2018.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa