Cantiere Pilota per Ischia: parte la petizione online

È partita la petizione online lanciata da Sigea per inserire il settore settentrionale dell’isola di Ischia all'interno del Progetto “Casa Italia”, quale und...

28/09/2017
© Riproduzione riservata
Cantiere Pilota per Ischia: parte la petizione online

È partita la petizione online lanciata da Sigea per inserire il settore settentrionale dell’isola di Ischia all'interno del Progetto “Casa Italia”, quale undicesimo “Cantiere Pilota” dopo i 10 già prescelti.

La petizione nasce in considerazione delle numerose anomalie che si sono manifestate durante l’evento sismico di Ischia del 21 agosto 2017. Come confermato dal Presidente della Sigea-Sezione Campania Molise, Gaetano Sammartino "Gli studi sui terremoti storici di Ischia, a partire da quello del 1228, fino a quello del 1883, ci indicano che la sismicità storica dell’area interessata dal recente terremoto del 21 agosto 2017, è legata alla dinamica di un bacino magmatico che è in lento raffreddamento. Tali studi evidenziano che la sismicità si svilupperebbe nel settore settentrionale dell’isola di Ischia, dunque nei pressi di Casamicciola. Oggi, come nel passato, la presenza di litologie non coese e soffici, assieme alla morfologia del territorio, hanno prodotto un’amplificazione locale delle onde sismiche, rispetto alle altre aree limitrofe dell’Isola di Ischia che, invece, sono caratterizzate dalla presenza di rocce laviche, quindi a comportamento rigido. Lo stesso evento sismico può produrre, infatti, intensità molto diverse anche in aree molto vicine fra di loro e questo per effetto di amplificazioni locali di onde sismiche dovute alla natura ed alla morfologia del terreno, oltre che alla diversa risposta degli edifici".

In riferimento al terremoto del 21 agosto 2017, il Presidente Sammartino ha rilevato che "la scossa ha prodotto delle sollecitazioni sismiche concentrate in un'area molto ristretta e con caratteristiche singolari come la simultaneità, delle sollecitazioni impresse dalle onde P (sussultorie) e dalle onde S (ondulatorie). Si ricorda che lo stesso terremoto dell’Aquila del 6 aprile 2009 ha reso evidente che anche in quell’evento si sono registrate sollecitazioni simultanee delle onde P e delle onde S, che produssero elevate amplificazioni sismiche locali. Questa ulteriore conferma sulla eccezionalità delle sollecitazioni sismiche attribuibili alla quasi simultanea azione delle onde P e onde S, deve offrire un adeguato spunto di riflessione".

In considerazione di queste "anomalie" la Sigea ha lanciato un petizione on line per chiedere al Presidente del Consiglio dei Ministri Gentiloni di individuare il Comune di Casamicciola (il più danneggiato dopo il terremoto di Ischia del 21 agosto), quale undicesimo “Cantiere Pilota” dopo i Comuni di Catania , Feltre, Foligno, Gorizia, Isernia, Piedimonte Matese, Potenza, Reggio Calabria, Sora e Sulmona.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it