Le nuove norme UNI/TS 11300 parte 1 e parte 2

Nell'ottobre 2014 sono state pubblicate le nuove norme tecniche UNI/TS 11300 Parte 1 e Parte 2. Questo aggiornamento ha comportato numerose modifiche al ca...

27/04/2015
© Riproduzione riservata
Nell'ottobre 2014 sono state pubblicate le nuove norme tecniche UNI/TS 11300 Parte 1 e Parte 2. Questo aggiornamento ha comportato numerose modifiche al calcolo del fabbisogno di energia per la climatizzazione estiva e invernale dell'edificio con dirette ricadute sulle attività professionale, sia nell'ambito della verifica delle prestazioni energetiche in fase di progetto dell'intervento edilizio di ristrutturazione o nuova costruzione (ovvero nella redazione della relazione tecnica ai sensi della legge 10/91, così come integrata dai decreti di recepimento della Direttiva Europea, a livello nazionale e regionale), sia nell'ambito della certificazione degli edifici.
Le modifiche principali riportate nella parte 1 della norma, rispetto alla versione del 2008, riguardano il calcolo di: la durata della stagione di riscaldamento e di raffrescamento, le modalità di valutazione della ventilazione e dei ponti termici, la valutazione degli apporti solari su componente opaco e trasparente, l'aggiornamento dell'abaco per le strutture opache verticali e orizzontali esistenti e, in presenza di impianti di climatizzazione, il calcolo del fabbisogno di umidificazione e deumidificazione. Con riferimento alla parte 2 della norma, invece, le principali modifiche riguardano: la possibilità di valutare sistemi impiantistici complessi, considerando anche circuiti ad acqua e ad aria contemporaneamente, la valutazione dettagliata dei fabbisogni di energia primaria per la ventilazione e quella per l'illuminazione delle unità non residenziali.
Il corso intende fornire le nozioni base per comprendere la normativa tecnica come strumento di supporto per l'attività professionale e approfondire la sua applicazione pratica nella valutazione delle prestazioni energetiche degli edifici nuovi ed esistenti. Nei diversi moduli, infatti, sarà presentata l'architettura generale del corpo normativo e inseriti degli approfondimenti su alcuni aspetti di calcolo, adottando un taglio pratico-professionale, che dovrebbe consentire all'utente di controllare il processo di calcolo attraverso la consapevolezza dei dati che vengono imputati nel software e la lettura critica dei risultati.

PROGRAMMA
Giovedì 14 maggio 2015, ore 13.30 - 17.30  
Guglielmina Mutani, ingegnere - docente Politecnico Torino
Ilaria Ballarini, architetto - docente Politecnico di Torino
Inquadramento legislativo dell'attività di certificazione energetica e di verifica delle prescrizioni di legge.  La norma UNI/TS 11300 parte 1 per il calcolo del fabbisogno di energia termica dell'edificio per il riscaldamento e il raffrescamento.  La norma UNI/TS 11300 parte 2 per il calcolo del fabbisogno di energia primaria dell'edificio per il riscaldamento e l'acqua calda sanitaria
Martedì 26 maggio 2015, ore 13.30 - 17.30
Luca Raimondo, architetto - libero professionista

L'applicazione delle norma UNI/TS 11300 parte 1
Approfondimenti di calcolo in merito a:
- la ventilazione
- i ponti termici, con riferimento agli strumenti impiegabili
- l'ombreggiamento e le schermature solari
- le strutture controterra (UNI EN ISO 13370)
- gli ambienti non riscaldati e le serre solari
Casi studio

Venerdì 5 giugno 2015, ore 13.30 -17.30

Luca Raimondo, architetto - libero professionista
Paolo Fop, architetto - libero professionista

L'applicazione delle norma UNI/TS 11300 parte 2
Approfondimenti di calcolo in merito a:
- i sistemi con fluido vettore aria e la ventilazione
- il fabbisogno di energia assorbito dagli ausiliari elettrici
- il reperimento dei dati dalle schede tecniche
- considerazioni sui sistemi ibridi (pompa di calore e caldaia integrati) e contributi da fonti rinnovabili
Casi studio


La Fondazione OAT si riserva la facoltà di variare le date di programma del corso; ogni variazione verrà comunque prontamente segnalata ai singoli partecipanti.

Quota iscrizione
Intera: € 180 + IVA = € 219.60
Termine iscrizione: 22/04/2015

Riconoscimento
Attestato: frequenza minima obbligatoria: 80% del monte ore complessivo
CFP riconoscibili per gli architetti: n° 12*
*(in attesa di conferma da parte del CNAPPC)

Durata e sede
12 ore
Ordine Architetti Torino
Via Giolitti 1, Torino

Referenza scientifica
Ing. Guglielmina Mutani
Arch. Luca Raimondo
Tag:

Link Correlati

Iscrizione