Ddl Appalti, Fondazione Inarcassa: bene l'abolizione dell'incentivo per la progettazione interna

02/10/2015

1   6.249 volte
"La Commissione Ambiente e Lavori Pubblici della Camera e in particolare la relatrice On. Mariani hanno dato ascolto agli stakeholder e al mercato, accogliendo nel nuovo Codice le priorità evidenziate dagli operatori del settore".

Con queste parole, Andrea Tomasi, Presidente di Fondazione Inarcassa, accoglie con soddisfazione l'approvazione dell'emendamento che esclude l'applicazione degli incentivi alla progettazione per i dipendenti pubblici.

"E' il primo passo verso una netta distinzione tra i compiti degli impiegati pubblici e quelli dei liberi professionisti e delle società di ingegneria. In questo modo si rimuove una gravosa discrasia, che ha sempre generato confusione tra i ruoli di controllore e controllato. E' un tema cruciale che impatta inevitabilmente sulla trasparenza dell'azione amministrativa, sulla qualità delle opere, sui costi nonché sui tempi di realizzazione. Grazie al lavoro congiunto di entrambi i rami del Parlamento, il nuovo codice conterrà disposizioni di grandissima rilevanza che comporteranno un sostanziale incremento qualitativo all'interno del mercato degli appalti pubblici del nostro Paese. In particolare le nuove norme prevedono il miglioramento delle condizioni di accesso al mercato dei servizi di architettura e ingegneria per i giovani professionisti, la promozione della qualità architettonica e tecnica, la centralità della fase progettuale e lo stop al massimo ribasso".

"Attendiamo - conclude Tomasi - l'approvazione definitiva da parte dell'Aula di Montecitorio, ma possiamo già esprimere il nostro più completo apprezzamento per il lavoro fatto finora".

A cura di Ufficio Stampa Fondazione Inarcassa
     
© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Marco Marco
02/10/2015 13:34
Che vergogna..... uno stato che mette in primo luogo gli interessi settoriali di ingegneri geometri e periti anziché quello dei cittadini. E poi i cittadini dovrebbero essere contenti di questi politici corrotti!
Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs. n.163/2003 e secondo le finilità illustrata nell'informativa