Bando Periferie, Brivio (Anci Lombardia): 'Auspichiamo di ristabilire il dialogo e procedere in direzione comune'

21/09/2018

851 volte

Giovedì 20 settembre, la delegazione di Anci, composta dal presidente Antonio Decaro e dai vicepresidenti Filippo Nogarin e Roberto Pella, ha abbandonato i lavori della Conferenza Unificata dopo lo stop dei lavori sul bando periferie, già oggetto di scontro tra Enti locali e Governo a seguito del blocco delle risorse stabilito dal Milleproroghe.

L’incontro doveva servire ad identificare il percorso attraverso il quale ripristinare i fondi dello Stato da destinare al finanziamento dei progetti.

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte si era impegnato, di fronte a 15 Sindaci appartenenti a tutti gli schieramenti politici, a predisporre un decreto che revocasse il blocco dei fondi entro una settimana.

"La situazione è preoccupante per tutti quei Comuni che vedono sottrarsi i fondi, che consideravano già stanziati – afferma Virginio Brivio, Presidente Anci Lombardia - E’ importante trovare una soluzione, i Sindaci hanno preso impegni con i propri cittadini e in alcuni casi anche con aziende e progettisti e oggi si trovano nella situazione di non sapere come dare corso ai progetti previsti".

"Auspichiamo - conclude il Presidente di Anci Lombardia - quindi la possibilità di ristabilire al più presto il dialogo e di procedere in una direzione comune, come in precedenza annunciato, come lascia ben sperare l’ultima dichiarazione rilasciata da Palazzo Chigi, in data 21 settembre".



© Riproduzione riservata

PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa