Sisma 2016: Ordinanza n. 56 del Commissario straordinario

21/05/2018

4.677 volte
Sisma 2016: Ordinanza n. 56 del Commissario straordinario

Pubblicata il 14 maggio scorso sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri l’Ordinanza 14 maggio 2018, n. 56  del Commissario straordinario per la ricostruzione del sisma 2016 Paola De Micheli recante “Approvazione del secondo programma degli interventi di ricostruzione, riparazione e ripristino delle opere pubbliche nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016. Modifiche e integrazioni alle ordinanze n. 27 del 9 giugno 2017, n.  33 dell’11 luglio 2017, n. 37 dell’8 settembre 2017 e n. 38 dell’8 settembre 2017. Individuazione degli interventi che rivestono importanza essenziale ai fini della ricostruzione.”

Nell’Ordinanza è precisato che è approvato il secondo programma degli interventi di ricostruzione, riparazione e ripristino delle opere pubbliche nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016 e che, al fine di assicurare la pronta attuazione del programma di interventi, nell’Allegato n. 1 alla stessa ordinanza, sono indicate, sulla base delle segnalazioni effettuate dai Presidenti delle Regioni, le opere interessate dagli interventi previsti, con la specificazione per ciascuna di esse della proprietà, del soggetto attuatore, dell’ubicazione, della denominazione, della natura e tipologia di intervento e degli oneri complessivi, comprensivi anche di quelli afferenti l’attività di progettazione, delle altre spese tecniche e delle prestazioni specialistiche derivanti dall’effettuazione degli interventi in ciascuna delle Regioni interessate dagli eventi sismici.

L’allegato 2 all’Ordinanza n. 56/2018 sostituisce l’allegato 1 dell’ordinanza del Commissario straordinario n. 33 dell’11 luglio 2017 mentre l’allegato 3 all’Ordinanza n. 56/2018 sostituisce l’allegato 1 all’ordinanza del Commissario straordinario n. 37 dell’8 settembre 2017.

Gli interventi ricompresi negli elenchi di cui agli Allegati 1, 2 e 3 all’ordinanza, relativi ad edifici scolastici, a strutture e presidi ospedalieri, a caserme e ad immobili adibiti a sede municipale dei Comuni rivestono importanza essenziale ai fini della ricostruzione mentre nell’allegato 4 sono indicato gli ulteriori interventi di importanza essenziale.

Al comma 2 dell’articolo 4 dell’ordinanza è, poi, precisato che al fine di rendere omogeneo e uniforme il livello di approfondimento della progettazione, entro trenta giorni dall’entrata in vigore della presente ordinanza il Commissario straordinario provvede con apposite linee guida a individuare gli elaborati che costituiscono il contenuto minimo dei progetti definitivi, anche in deroga alle disposizioni regolamentari di cui all’articolo 23, comma 3, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 con la precisazione che sino all’adozione delle predette linee guida, all’attività di progettazione si procede nel rispetto della vigente normativa regolamentare.

Per lo svolgimento dell’attività di progettazione è possibile provvedere anche mediante il conferimento di appositi incarichi:

  • a) per importi inferiori a quelli di cui all’articolo 35 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, secondo le modalità previste dall’articolo 2, comma 2–bis, del decreto-legge 17 ottobre 2017, n. 189, convertito con modificazioni dalla legge 15 dicembre 2016, n. 229 ed assicurando che l’individuazione degli operatori economici affidatari avvenga tramite procedure ispirate ai principi di rotazione nella selezione degli operatori da invitare, di trasparenza e di concorrenza;
  • b) per importi superiori a quelli di cui all’articolo 35 del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, secondo le modalità stabilite dal medesimo decreto legislativo n. 50 del 2016.

Al fine di consentire l’avvio dell’attività di progettazione degli interventi inseriti nell’Allegato 1

Dell’ordinanza, su richiesta delle Regioni motivata con riferimento alle esigenze di cassa in relazione all’avanzamento delle attività di progettazione, viene disposto il trasferimento dal fondo di cui all’articolo 4, comma 3, del già citato decreto-legge 17 ottobre 2017, n. 189 in favore delle contabilità speciali intestate ai Presidenti delle Regioni - Vice Commissari, della somma di euro 30.000.000,00, così ripartita:

  • per il 10%, in favore della Regione Abruzzo;
  • per il 14%, in favore della Regione Lazio;
  • per il 62%, in favore della Regione Marche;
  • per il 14%, in favore della Regione Umbria.

L’Ordinanza n. 56 del 14 maggio 2018 contiene i seguenti articoli:

  • Art. 1 - Secondo programma degli interventi di ricostruzione, riparazione e ripristino delle opere
  • pubbliche nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria interessati dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016.
  • Art. 2 - Modifiche alle ordinanze n. 33 dell’11 luglio 2017 e n. 37 dell’8 settembre 2017
  • Art. 3 - Individuazione degli interventi che rivestono importanza essenziale ai fini della ricostruzione
  • Art. 4 - Attività di progettazione
  • Art. 5 - Approvazione dei progetti e affidamento dei lavori
  • Art. 6 - Procedura accelerata per gli interventi di importanza essenziale
  • Art. 7 - Interventi su edifici di proprietà mista pubblica e privata
  • Art. 8 - Controlli dell’Autorità nazionale anticorruzione
  • Art. 9 - Disposizioni transitorie.
  • Art. 10 - Modifiche e integrazioni all’ordinanza n. 27 del 9 giugno 2017
  • Art. 11 - Disposizioni finanziarie
  • Art. 12 - Entrata in vigore ed efficacia

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa