Sisma bonus 2020: le novità e i software di calcolo

20/02/2020

2.707 volte
Sisma bonus 2020: le novità e i software di calcolo

La Legge di Stabilità 2017, approvata il 21 dicembre 2016, ha introdotto il Sisma bonus. Lo strumento attuativo è il decreto del MIT n. 65 del 7 marzo 2017. Al decreto sono allegate le “Linee Guida per la Classificazione del Rischio Sismico delle Costruzioni” che forniscono le indicazioni per il calcolo della classe di rischio delle struttura.

Il 9 gennaio 2020 è stato pubblicato l’aggiornamento delle linee guida nonché le modalità per l’attestazione, da parte di professionisti abilitati, dell’efficacia degli interventi effettuati. (D.M. n. 24 del 9/1/2020)

Le modifiche sono state recepite dal modulo PRO_SMB che si collega a PRO_SAP.

I metodi previsti per la classificazione

Le “Linee Guida per la Classificazione del Rischio Sismico delle Costruzioni” definiscono otto Classi di Rischio, con rischio crescente dalla lettera A+ alla lettera G.

PRO_SMB, in accordo con le linee guida, determina la classe di appartenenza di un edificio secondo due metodi:

  • Convenzionale: applicabile a qualsiasi tipologia di costruzione. È basato sull’applicazione dei normali metodi di analisi previsti dalle attuali Norme Tecniche. Consente la valutazione della Classe di Rischio della costruzione sia nello stato di fatto, sia nello stato conseguente all’eventuale intervento. È possibile acquisire in automatico le informazioni necessarie per la classificazione da modelli PRO_SAP, oppure assegnare i parametri manualmente nel caso si utilizzi il programma in maniera autonoma.
  • Semplificato: consente una valutazione speditiva della Classe di Rischio. È applicabile agli edifici in muratura, a quelli assimilabili ai capannoni industriali ed agli edifici in calcestruzzo armato. Il metodo semplificato non richiede la modellazione della struttura in PRO_SAP.Il primo metodo è quello più semplice e si basa sulle verifiche formulate in letteratura.

Le novità del 2020

Le modifiche relative all’allegato A non sono sostanziali in quanto trattano principalmente di correzione di errori di sintassi o di battitura nella stesura del testo, che erano già stati implementati correttamente da PRO_SMB nella prima versione del 2017.

  1. Allegato A – PAM, è stata corretta la formulazione per il calcolo della PAM, inserito CR al posto di RC%.
  2. Allegato A – Classe IS-V, è stata corretta la formulazione per l’attribuzione della classe IS-V in funzione dell’entità dell’indice di sicurezza all’interno della tabella 2 (inversione della disuguaglianza);
  3. Allegato A è stato corretto il riferimento della tabella per il calcolo del metodo semplificato degli edifici in Muratura (tabella 6 invece di tabella 7)
  4. Allegato A – Passaggio di classe, è stato modificato all’interno della tabella 6 il passaggio della classe di vulnerabilità per le murature in mattoni o pietra lavorata a fronte degli interventi di rafforzamento locale con metodo semplificato (da V5 a V4 invece che da V4 a V3)).

Inoltre nell’Allegato B è stato modificato il sistema di riferimento delle coordinate dei due spigoli opposti della costruzione da utilizzare (ETRF2000 invece di WGS84), ma la principale novità riguarda l’applicabilità delle agevolazioni previste estendendole anche al caso di demolizione e ricostruzione di immobili, a seguito delle intervenute disposizioni regionali in materia edilizia, nonché alle disposizioni legislative nazionali e provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate.

Ecco alcuni videocorsi di approfondimento:

https://www.2si.it/it/2020/02/06/Sisma bonus-2020/

© Riproduzione riservata



Esprimo il consenso al trattamento dei dati personali ai sensi della normativa vigente e secondo le finalità illustrate nell'informativa