Appalti pubblici in Sicilia: al via l’Albo Operatori Economici

Firmato il Decreto che istituisce in Sicilia l'Albo degli Operatori Economici per lavori, servizi e forniture nel rispetto dell'art. 36 del D.Lgs. n.50/2016

di Redazione tecnica - 30/03/2021
© Riproduzione riservata
Appalti pubblici in Sicilia: al via l’Albo Operatori Economici

Sui siti dell’Assessorato regionale delle infrastrutture e della mobilità, del Dipartimento regionale tecnico e del Dipartimento delle Infrastrutture, della mobilità e dei trasporti è stata diffusa la notizia che l’Assessore delle infrastrutture e della Mobilità della Regione Siciliana Marco Falcone ha firmato il Decreto assessoriale 25 marzo 2021, n. 14 recante “Decreto istitutivo dell'Albo degli Operatori Economici per la Regione Siciliana per lavori, servizi e forniture nel rispetto dell'art. 36 del D.Lgs. n.50/2016 nonché le disposizioni attuative dell'istituzione e gestione telematica dello stesso Albo”.

Con il Decreto in argomento viene istituito, a partire dall’1 aprile 2021, l’Albo degli Operatori Economici per la Regione Siciliana relativo a lavori, servizi e forniture nel rispetto di quanto disciplinato dall’art. 36 del D.Lgs. n. 50/2016 e ss.mm. ii.

Disposizioni attuative

Per l’istituzione dell’Albo degli Operatori Economici sono adottate le “Disposizioni attuative per l’istituzione e la gestione telematica dell’albo degli operatori economici finalizzato alla verifica e semplificazione degli adempimenti documentali di gara”, allegate al decreto stesso.

Albo per procedure di gara aperte

L’Albo è stato adottato anche per le procedure di gara aperte, consentendo l’iscrizione dell’operatore economico anche in fase di presentazione dell’offerta ed il deposito della documentazione amministrativa di cui alla busta A nello stesso Albo, con contestuale deposito (upload), nella procedura di gara cui lo stesso partecipa, di una dichiarazione firmata digitalmente indicante la presenza della documentazione amministrativa nell’apposita sezione dell’Albo Fornitori, successivamente verificata dalla Commissione di Gara durante l’espletamento della Stessa.

Verifica della documentazione

Tale modalità di verifica della documentazione consentirà la creazione di un “cassetto degli Operatori Economici” con la documentazione amministrativa e/o di verifica dei requisiti degli stessi sempre aggiornata e verificata.

Gli elenchi di Operatori Economici disponibili per l’iscrizione all’Albo sono:

  • Elenco delle Aziende esecutrici di Lavori Pubblici;
  • Elenco degli Operatori Economici Fornitori di Beni e Servizi;
  • Elenco dei Professionisti Tecnici;
  • Elenco di Altri ordini professionali.

Iscrizione degli operatori economici

Ai fini dell’iscrizione, gli Operatori Economici dovranno possedere i seguenti requisiti:

  1. cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all'Unione Europea;
  2. iscrizione al Registro delle Imprese presso la competente Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura ovvero presso i registri professionali o commerciali dello Stato di provenienza;
  3. insussistenza delle cause di esclusione di cui all'art. 80 D. Lgs. 50/2016 e ss.mm. e ii.;
  4. ottemperanza alla normativa che disciplina il diritto al lavoro dei disabili (L. 68/99) salvo il caso in cui non siano tenuti al rispetto di tale normativa;
  5. ottemperanza agli obblighi di sicurezza sul lavoro previsti. dal D. Lgs. 81/2008.

Aziende esecutrici di lavori pubblici

Per l’iscrizione all’elenco aziende esecutrici di lavori pubblici oltre alla documentazione di carattere generale evidenziata alle precedenti lettere dalla a) alla e) sono necessari quelli qui di seguito elencati:

  1. possesso dei requisiti. previsti dall'art. 90 DPR n. 207/2010 per l'esecuzione di lavori di importo inferiore a € 150.000,00;
  2. attestazione di qualificazione SOA in categoria e classifica adeguata per l'esecuzione di lavori di importo pari o superiore ad € 150.000,00;
  3. attestazione del sistema di qualità aziendale per procedure di gara di importo pari o superiore alla III classifica cosi come definita dall'art. 63 comma 1 D.P.R. n. 207/2010;
  4. certificazioni equipollenti.

Per l’iscrizione alle sezioni degli altri ordini professionali oltre alla documentazione di carattere generale evidenziata alle precedenti lettere dalla a) alla e) sono necessari quelli qui di seguito elencati:

  1. iscrizione agli ordini professionali relativi al titolo posseduto;
  2. capacità tecnica documentata mediante indicazione del fatturato realizzato negli ultimi tre esercizi finanziari nonché la tipologia dei servizi svolti.