Bando Italferr da 400 milioni di euro per la progettazione esecutiva e realizzazione della linea ferroviaria Napoli-Bari

È stato pubblicato sulla Gazzetta Europea S131 del 9 luglio 2016 il bando Italferr da oltre 400 milioni di euro per la progettazione esecutiva e realizzazion...

13/07/2016
© Riproduzione riservata
Bando Italferr da 400 milioni di euro per la progettazione esecutiva e realizzazione della linea ferroviaria Napoli-Bari

È stato pubblicato sulla Gazzetta Europea S131 del 9 luglio 2016 il bando Italferr da oltre 400 milioni di euro per la progettazione esecutiva e realizzazione della linea ferroviaria Napoli-Bari, tratta Napoli-Cancello.

Il bando prevede la progettazione esecutiva ed esecuzione dei lavori per la realizzazione della linea ferroviaria Napoli-Bari - tratta Napoli-Cancello, in variante tra le Pk 0+000 (coincidente con la Pk 241+727 della Linea Storica) e Pk 15+585 (coincidente con la Pk 229+530 della Linea Storica) incluse le opere accessorie, nell'ambito degli interventi di cui al D.L. 133/2014, convertito in Legge 164/2014 (c.d. "Sblocca Italia").

Stazione Appaltante
ITALFERR S.p.A. – Società con socio unico, soggetta alla direzione e coordinamento di Ferrovie dello Stato Italiane S.p.A. – U.O. Approvvigionamenti – Appalti
Via Vito Giuseppe Galati n.71 - 00155 Roma
tel. 06/4975.2405 – 06/49752826
gareappalti.italferr.it@legalmail.it

Importo complessivo dell'appalto
400.796.294,37 Euro (al netto dell'IVA) di cui:

  • 338 110 982,91 EUR per lavorazioni compensate a corpo, al netto degli oneri per l'attuazione dei piani della sicurezza;
  • 41 122 120,45 EUR per lavorazioni compensate a misura, al netto degli oneri per l'attuazione dei piani della sicurezza;
  • 18 411 191,01 EUR per gli oneri per l'attuazione dei piani della sicurezza (importo non soggetto a ribasso);
  • 3 152 000 EUR per gli oneri per le attività di progettazione esecutiva.

Anticipazione sul prezzo dell’appalto
20% (venti per cento) dell’importo contrattuale risultante al momento della approvazione - da parte di “Ferrovie” - del Progetto Esecutivo redatto dall’Appaltatore.

Durata del contratto d'appalto, dell'accordo quadro o del sistema dinamico di acquisizione: 2130 giorni

Elenco e breve descrizione dei criteri di selezione
Cifra d'affari in lavori, negli ultimi 3 esercizi, pari almeno a 2 (due) volte l'importo a base di gara.
Fatturato globale in servizi di ingegneria e architettura, nei migliori 3 esercizi dell'ultimo quinquennio, non inferiore all'importo delle spese di progettazione.

Capacità professionale e tecnica
Elenco e breve descrizione dei criteri di selezione:

  • Attestazione SOA per categorie e classifiche adeguate; le Imprese che non sono tenute al possesso dell'Attestazione SOA devono comunque possedere i requisiti corrispondenti a quelli richiesti alle imprese italiane dalla normativa vigente per il rilascio di Attestazione SOA per categorie e classifiche adeguate
  • Attestazione di qualificazione nei Sistemi di Qualificazione RFI per categorie e classifiche adeguate
  • Requisiti progettuali indicati nel Bando Integrale di gara.

Subaffidamento della Progettazione
Il Concorrente Costruttore-Progettista (ossia il concorrente dotato tanto dei requisiti per la costruzione che dei requisiti per la progettazione) non potrà ricorrere al subappalto per quanto riguarda la progettazione, fatta eccezione per le attività di cui all’art. 31 c. 8 del D.Lgs. 50/2016, ossia fatta eccezione per le attività relative alle indagini geologiche, geotecniche e sismiche, a sondaggi, a rilievi, a misurazioni e picchettazioni, alla predisposizione di elaborati specialistici e di dettaglio, con esclusione delle relazioni geologiche, nonché per la sola redazione grafica degli elaborati progettuali, che possono essere subaffidate a soggetti Terzi dotati di requisiti tecnico-organizzativi adeguati, dei requisiti antimafia e dei requisiti generali di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016. Tali attività, essendo accessorie alla Progettazione, rientrano nella “Progettazione esecutiva” di cui al punto 3.3. del presente Bando; il loro eventuale subaffidamento a Terzi non concorre quindi a “saturare” il limite del 30% di subappaltabilità dei lavori di cui all’art. 105 c.2 del D.Lgs. 50/2016.

Il Concorrente mero Costruttore (ossia il concorrente sprovvisto dei requisiti di progettazione il quale si qualifica avvalendosi dei requisiti di un Progettista “Indicato” quest’ultimo soggetto singolo o plurimo), dovrà necessariamente subaffidare le prestazioni dedotte in contratto afferenti alla progettazione al Progettista “Indicato”, il quale non assume diritti, impegni ed obblighi contrattuali diretti nei confronti della stazione appaltante (ferme restando a suo carico le responsabilità di legge legate all’attività professionale).

Pertanto, in deroga alla disciplina generale dell’avvalimento di cui all’art. 89 del D.Lgs. 50/2016, non sono richieste da parte del Progettista “Indicato” altre dichiarazioni oltre a quelle puntualmente richieste al punto 9.1.o. del presente Bando.

Il subaffidamento al Progettista “Indicato” non è assoggettato al regime autorizzatorio di cui all’art. 105 del D.Lgs. 50/2016, trattandosi di un subaffidamento che l’Appaltatore è tenuto a porre in essere a favore di un Soggetto già qualificato dalla Stazione Appaltante in fase di gara.

Il Progettista “Indicato” dovrà eseguire direttamente la progettazione; non potrà a sua volta subaffidare a terzi la progettazione, fatta eccezione per le attività di cui all’art. 31 c. 8 del D.Lgs. 50/2016 (ossia fatta eccezione per le attività relative alle indagini geologiche, geotecniche e sismiche, a sondaggi, a rilievi, a misurazioni e picchettazioni, alla predisposizione di elaborati specialistici e di dettaglio, con esclusione delle relazioni geologiche, nonché per la sola redazione grafica degli elaborati progettuali). Tali attività, essendo accessorie alla Progettazione, rientrano nella “Progettazione esecutiva” di cui al punto 3.3. del presente Bando; il loro eventuale subaffidamento a Terzi non concorre quindi a “saturare” il limite del 30% di subappaltabilità dei lavori di cui all’art. 105 c.2 del D.Lgs. 50/2016. In ogni caso i Terzi subaffidatari del Progettista “Indicato” dovranno essere dotati, oltre che dei requisiti tecnico-organizzativi richiesti per l’esecuzione delle prestazioni ad essi sub affidate dal Progettista, dei requisiti antimafia e dei requisiti generali di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016.

Norme e criteri oggettivi di partecipazione
Sono ammessi a partecipare i Soggetti di cui agli artt. 45 e 46 del D.Lgs. 50/2016, dotati dei requisiti di cui al Bando Integrale di gara.

Cauzioni e garanzie richieste

  • Garanzia provvisoria pari al 2 % dell'importo complessivo dell'appalto.
  • Garanzia definitiva pari al 10 % dell'importo dell'appalto al netto del ribasso, eventualmente maggiorata, in caso di ribasso superiore al 10 %, con le modalità previste dal Bando Integrale di gara.
  • Somma assicurata con massimale pari all'importo del Contratto e polizza RCT con massimale pari a 1 000 000 EUR.
  • Polizza indennitaria decennale con massimale pari all'importo del Contratto e polizza RCT con massimale pari a 50 000 000 EUR.
  • Polizza a copertura della responsabilità civile professionale per le attività di competenza del progettista con massimale pari a 2 500 000 EUR.
  • Cauzione a garanzia dell'anticipazione secondo le modalità e le caratteristiche indicate nello Schema di Convenzione allegato al Bando Integrale di gara.

Principali modalità di finanziamento e di pagamento e/o riferimenti alle disposizioni applicabili in materia
Anticipazione sul prezzo dell'appalto pari al 20 % dell'importo contrattuale risultante al momento dell'approvazione — da parte di «Ferrovie» — del Progetto Esecutivo redatto dall'Appaltatore.

I pagamenti avranno luogo alla fine del secondo mese successivo alla data di emissione fattura.

Forma giuridica che dovrà assumere il raggruppamento di operatori economici aggiudicatario dell'appalto
Soggetti di cui all'art. 45 del D.Lgs 50/2016, costituiti da imprese singole o comunque associate o consorziate o da imprese che intendano comunque riunirsi o consorziarsi ai sensi dell'art. 48 del D.Lgs 50/2016.

I Soggetti che non possiedono i requisiti progettuali indicati nel Bando Integrale di gara devono associare o indicare uno dei Soggetti di cui all'art. 46 D.Lgs. 50/2016.

Scadenza per la ricezione delle offerte: 13 ottobre 2016

Tipo di procedura: Procedura aperta

Criterio di aggiudicazione dell’appalto
Offerta economicamente più vantaggiosa individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo ai sensi dell’art. 95 c.2 del D.Lgs. 50/2016.

Informazioni complementari
In fase di gara ed in fase di esecuzione dell'appalto, trova applicazione il «Protocollo di Legalità in materia di appalti» del 21.12.2007 tra UTG Prefettura Napoli e RFI SpA.
Trovano applicazione inoltre gli adempimenti previsti dalla Delibera CIPE n. 15/2015 pubblicata sulla G.U. 155 del 7.7.2015 sul Monitoraggio finanziario Grandi Opere.
L'appalto è affidato con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, individuata sulla base del miglior rapporto qualità/prezzo, ai sensi dell'art. 95, co. 2 del D.Lgs. 50/2016.
Informazioni sulle varianti: sono ammesse soluzioni tecniche migliorative al Progetto Definitivo posto a base di gara nei limiti e alle condizioni di cui al Bando Integrale di gara.
Il Concorrente presentando l'offerta assume l'impegno a mantenerla ferma per almeno 270 (duecentosettanta) giorni dalla data di scadenza del termine di presentazione dell'offerta indicato nel Bando Integrale di gara, come eventualmente prorogato.