CNAPPC: Modificato il Codice deontologico

Il Consiglio Nazionale degli Architetti Approva la modifica all’articolo 9 (Aggiornamento professionale) del Codice Deontologico

di Redazione tecnica - 19/04/2021
© Riproduzione riservata
CNAPPC: Modificato il Codice deontologico

Il Consiglio Nazionale Architetti PPC con la Circolare n.43 del 14 aprile 2021 avente ad oggetto “Aspetti di deontologia. Modifica art.9 del Codice Deontologico. Trasmissione parere pro veritate” ha comunicato a tutti i Consiglio dego Ordini ed ai Consigli di disciplina che il Consiglio nazionale nella seduta del 3 febbraio 2021 ha approvato la modifica all’articolo 9 - Aggiornamento professionale del Codice Deontologico..

Modifica dell'articolo 9 del Codice deontologico

Quì di seguito il testo a fronte in due colonne con a sinistra l'attuale testo dell'articilo 9 del Codice deontologico ed a destra il testo con le modifiche apportate e che entraranno in vigore il 30 aprile 2021.

Nuovo articolo 9 Codice deontologico CNAPPC

Tipizzazione delle sanzioni connesse alla formazione professionale

La modifica dell’articolo 9 - Aggiornamento professionale del Codice Deontologico - ha introdotto dopo un articolato processo di condivisione, la tipizzazione delle sanzioni nell’ambito delle mancanze disciplinari connesse alla formazione professionale, con la finalità di rendere omogenea l’azione disciplinare nel panorama nazionale.

La modifica è l'esito di un lungo e partecipato confronto, nei gruppi operativi Deontologia e Formazione, in Delegazione Consultiva, in Conferenza degli Ordini, in Consiglio Nazionale, volto a elaborare una revisione condivisa dei contenuti dell’art. 9, al fine di rivedere le sanzioni disciplinari nell'ambito delle mancanze connesse all'aggiornamento professionale.

Gli allegati alla Circolare

Sono allegati alla Circolare:

  • il testo del nuovo articolo 9 del Codice Deontologico che entrerà in vigore decorsi 15 giorni dal ricevimento della presente circolare da parte degli Ordini, al fine di consentirne una adeguata diffusione anche presso gli iscritti;
  • il parere pro veritate redatto dal Prof. Giuseppe Colavitti.