Compravendite primi nove mesi 2017: +4,5%, mercato positivo ma in rallentamento

Il 2017 si avvia verso i suoi giorni conclusivi e anche per il mercato immobiliare è tempo di bilanci. L’agenzia delle Entrate ha diramato i dati sulle co...

14/12/2017
© Riproduzione riservata
Compravendite primi nove mesi 2017: +4,5%, mercato positivo ma in rallentamento

Il 2017 si avvia verso i suoi giorni conclusivi e anche per il mercato immobiliare è tempo di bilanci.

L’agenzia delle Entrate ha diramato i dati sulle compravendite immobiliari dei primi nove mesi del 2017 e la crescita, seppure rallentata,  è confermata. Quindi, almeno dal lato delle transazioni, si conferma l’uscita dalla crisi come confermano anche i dati, resi pubblici dall’Agenzia delle Entrate e che evidenziano, nei primi nove mesi del 2017, un incremento del 4,5%  rispetto allo stesso semestre dell’anno scorso.

Città

Primi nove mesi 2016

Primi nove mesi 2017

Variazione % 2017/2016

Bologna

4051

3931

-3,0%

Firenze

3550

3782

+6,5%

Genova

4850

4977

+2,6%

Milano

15994

17245

+7,8%

Napoli

4811

5237

+8,9%

Palermo

3413

3880

+13,7%

Roma

21672

22728

+4,9%

Torino

8973

9331

+4,0%

Fonte:  Agenzia delle Entrate

Un trend significativo dunque, trainato soprattutto dalla diminuzione dei prezzi e dai mutui più accessibili; si conferma il ritorno dunque ad acquistare sia come prima casa sia come investimento.

Le grandi città vedono in testa Palermo con un aumento del 13,7%,  a seguire Napoli con +8,9%. Segno negativo davanti alle transazioni di Bologna che però aveva avuto una crescita più importante nei trimestri precedenti.

A livello geografico i comuni del Sud e delle Isole (con +5,0 %) corrono più dei comuni del Centro  (+ 4,0%) e del Nord (+4,5%).

"Questi dati - conclude Fabiana Megliola, Responsabile Ufficio Studi Tecnocasa - sembrano confortare la previsione che, per tutto il 2017, le transazioni chiuderanno intorno a 550 mila. I prezzi ormai sono vicini alla stabilità, con realtà che potranno chiudere il 2017 già in territorio positivo”.

A cura dell’Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa