Consip: online il portale open data sulla razionalizzazione della spesa pubblica

Dal 29 settembre è in linea il Portale Open Data dati.consip.it che mette a disposizione in formato aperto informazioni e dati relativi alla spesa pubblica p...

13/10/2016
© Riproduzione riservata
Consip: online il portale open data sulla razionalizzazione della spesa pubblica

Dal 29 settembre è in linea il Portale Open Data dati.consip.it che mette a disposizione in formato aperto informazioni e dati relativi alla spesa pubblica per beni e servizi effettuata tramite gli strumenti di acquisto della piattaforma di e-procurement MEF/Consip.

Il portale permette agli utenti di esplorare cinque categorie di dati:

  • Amministrazioni: le PA registrate al Programma per la razionalizzazione degli acquisti.
  • bandi e gare: bandi e gare pubblicati e non ancora terminati nel periodo di riferimento.
  • partecipazioni: le imprese e raggruppamenti partecipanti a iniziative e relativi lotti pubblicati e non ancora terminati nel periodo di riferimento.)
  • fornitori: le Imprese partecipanti a iniziative del Programma quali Convenzioni e Accordi Quadro aggiudicati, le imprese abilitate a bandi Mepa e Sda e quelle con contratti attivi nel periodo di riferimento.
  • cataloghi: elenco dei beni e servizi disponibili nel periodo di riferimento tramite le iniziative del Programma per la razionalizzazione degli acquisti.

Categorie che raccolgono, rispettivamente, i dati anagrafici delle amministrazioni ordinanti e dei fornitori abilitati e/o aggiudicatari, i bandi e le gare pubblicate da Consip nell'ambito del Programma, le partecipazioni dei fornitori alle iniziative di gara e i cataloghi dei beni e servizi disponibili. Dati che possono essere liberamente riutilizzabili (anche a fini commerciali), forniti in formato aperto (.CSV) e arricchiti da “metadati” (in formato .XLS) che ne facilitano la corretta interpretazione.

Il portale dati.consip.it riporta anche una sezione di report che presenta le informazioni in forma aggregata per facilitare la comprensione del Programma per la razionalizzazione degli acquisti della PA anche ai non addetti ai lavori.

Valore in tempo reale

Per ognuno dei dataset è disponibile anche una sezione di report che aiuta gli utenti nell'interpretare la mole di dati e capire l'andamento degli approvvigionamenti della pubblica amministrazione quasi in tempo reale.

Nel report relativo ai fornitori si evince che da gennaio ad agosto 2016 essi sono stati 71.385, di cui circa il 45% al Nord, il 22% al Centro, il 31% al Sud e nelle isole. Di questi, 34.916 hanno contratti attivi. Un dato che mostra una crescita dei soggetti sul mercato: i fornitori partecipanti erano stati 61.446 nel 2015 e 43.411 nel 2014, quando i contratti attivi erano 24.283.

Ancora, le principali aree merceologiche (per valore ordinato) risultano essere alimenti e ristorazione (27,28%), i servizi ICT (16,17%), beni e servizi per la sanità (14,5%) e beni e servizi per gli immobili pubblici (12,7%). In soli 8 mesi il valore ordinato dei beni e servizi acquistato è stato pari a 3 miliardi e 319 milioni di euro. Le aree merceologche con valori più elevati sono "alimenti, ristorazioni e buoni pasto" con 8.477 transazioni per 906 milioni di euro e "hardware, software e servizi ICT" con 82.219 transazioni per 537 milioni di euro.

I 5 dataset fanno riferimento al periodo fino ad agosto 2016 e avranno una frequenza di aggiornamento mensile.

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Link Correlati

Consip online