Coronavirus, Covid-19: Da domani coprifuoco dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo in tutta la Lombardia

Su tutto il territorio della Regione Lombardia, dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo sono consentiti solo gli spostamenti motivati

di Redazione tecnica - 21/10/2020
© Riproduzione riservata
Coronavirus, Covid-19: Da domani coprifuoco dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo in tutta la Lombardia

Il Ministro della Salute Roberto Speranza di Intesa con il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana ha firmato oggi l’Ordinanza recante “Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Ordinanza ai sensi dell’art. 32 della legge 23 dicembre 1978, n. 833 in materia di igiene e sanità pubblica e dell’art. 2, comma 2 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19 convertito con modificazioni dalla l. 22 maggio 2020, n. 35”.

Limitazioni agli spostamenti in orario notturno

Nell’articolo 1 rubricato “Limitazioni agli spostamenti in orario notturno” dell’Ordinanza è precisato che, allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, su tutto il territorio della Regione Lombardia, dalle ore 23.00 alle ore 5.00 del giorno successivo sono consentiti solo gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o d’urgenza ovvero per motivi di salute; è in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, dimora o residenza.

La sussistenza delle situazioni che consentono la possibilità di spostamento incombe sull’interessato. Tale onere potrà essere assolto, producendo un’autodichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445.

Effetti dal 22 ottobre 2020

Le disposizioni della presente ordinanza producono i loro effetti dalla data del 22 ottobre 2020 e sono efficaci fino all'adozione di un successivo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri e, comunque, fino al 13 novembre 2020.

Coprifuoco, quindi, in tutta la Lombardia da domani con multe da 400 a 3 mila euro per le violazioni. in allegato l'Ordinanza 21 ottobre 2020.

Accedi allo Speciale Coronavirus Covid-19

A cura di Redazione LavoriPubblici.it

Documenti Allegati