Covid-19: La ripartizione delle Regioni nelle tre aree

Pubblicate 2 Ordinanze del Ministero della Salute: Dall’1 febbraio 16 regioni in area gialla, 5 in area arancione e nessuna in area rossa

di Redazione tecnica - 31/01/2021
© Riproduzione riservata
Covid-19: La ripartizione delle Regioni nelle tre aree

Sull'edizione straordinaria della Gazzetta ufficiale n. 25 del 31 gennaio 2021 sono state pubblicate due Ordinanze del Ministro della Salute Roberto Speranza che saranno in vigore da lunedì 1 febbraio. Le Ordinanze sono state emanate in rierimento alle indicazioni contenute nel Report settimanale della Cabina di regia.

La prima Ordinanza fa transitare dall’area arancione in area gialla le Regioni Calabria, Emilia Romagna, Lombardia e Veneto.

La seconda Ordinanza fa transitare dall’area rossa all’area arancione la Regione Sicilia e la Provincia autonoma di Bolzano, oltre a confermare sempre in area arancione Puglia e Umbria.

Ripartizione delle Regioni nelle tre aree

Complessivamente, quindi, la ripartizione delle Regioni e Province Autonome nelle aree gialla, arancione e rossa è la seguente, a partire dal 1° febbraio:

  • area gialla: Regioni Abruzzo, Calabria, Campania, Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Liguria, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Valle d’Aosta, Veneto e  Provincia autonoma di Trento,
  • area arancione: Regioni Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e Provincia Autonoma di Bolzano.
  • area rossa: nessuna Regione

Scadenza varie Ordinanze

Segnaliamo che in riferimento alle varie Ordinanze del Ministro della salute stesse non hanno tutte la stessa scadenza temporale ma quelle di seguito indicate.

  • 15 febbraio 2021 - area arancione Regioni Puglia, Umbria, Sicilia e Provincia Autonoma Bolzano (Ordinanza 29 gennaio 2021)
  • 7 febbraio 2021 - area arancione regione Sardegna (Ordinanza 22 gennaio 2021)

Accedi allo Speciale Coronavirus Covid-19

A cura di Redazione LavoriPubblici.it