Direttiva ricorsi: Il commento dell'ANCE

Lo scorso 27 aprile è entrato in vigore il Decreto Legislativo 20 marzo 2010, n, 53 recante "Attuazione della direttiva 2007/66/CE che modifica le direttive ...

04/05/2010
© Riproduzione riservata
Lo scorso 27 aprile è entrato in vigore il Decreto Legislativo 20 marzo 2010, n, 53 recante "Attuazione della direttiva 2007/66/CE che modifica le direttive 89/665/CEE e 92/13/CEE per quanto riguarda il miglioramento dell'efficacia delle procedure di ricorso in materia d'aggiudicazione degli appalti pubblici."
L'Associazione nazionale costruttori edili (ANCE) ha predisposto un dettagliato commento in cui vengono analizzate le novità introdotte e precisamente:
  • la sospensione automatica della possibilità di stipulare il contratto in presenza di ricorsi giurisdizionali - (art. 1 del D.Lgs. n. 53/2010 - art 11, nuovo comma 10-ter, del D.Lgs. 163 del 2006);
  • il termine dilatorio (sospensivo) minimo per la stipulazione del contratto (c.d. periodo di "standstill") - (art. 1 del D.Lgs. n. 53/2010 - art. 11, comma 10, del D.Lgs. n. 163/2006);
  • l'esecuzione d'urgenza (art. 1 del D.Lgs. n. 53/2010 - art. 11, comma 9, del D.Lgs. 163/2006);
  • le informazioni circa i mancati inviti, le esclusioni e le aggiudicazioni - (art. 2 del D.Lgs. n. 53/2010 - art. 79 del D.Lgs. 163/2006);
  • le nuove previsioni in materia di accesso agli atti. - (art. 1 del D.Lgs. n. 53/2010 - art. 79, comma 5-quater, del D.Lgs. 163/2006);
  • l'avviso volontario per la trasparenza preventiva - (art. 3 del D.Lgs. n. 53/2010 - nuovo art. 79-bis del D.Lgs. 163/2006);
  • le misure in materia di accordo bonario - (art. 4 del D.Lgs. n. 53/2010 - art. 240 del D.Lgs. 163/2006);
  • le nuove disposizioni in tema di arbitrato - (art. 5 del D.Lgs. n. 53/2010 - art. 241 del D.Lgs. 163/2006;
  • l'informativa preventiva in ordine all'intento di proporre ricorso giurisdizionale (art. 6 del D.Lgs. n. 53/2010 - nuovo art. 243-bis del D.Lgs. 163/2006);
  • le novità in materia di giurisdizione del giudice amministrativo - (art. 7 del D.Lgs. n. 53/2010 - art. 244 del D.Lgs. 163/2006);
  • il nuovo rito processuale relativo agli appalti pubblici – (art. 8 del D.Lgs. n. 53/2010 - art. 245 del D.Lgs. 163/2006);
  • l'inefficacia del contratto in caso di gravi violazioni - (art. 9 del D.Lgs. n. 53/2010 - nuovo art. 245-bis del D.Lgs. 163/2006);
  • l'inefficacia del contratto negli altri casi - (art. 10 del D.Lgs. n. 53/2010 - nuovo art. 245-ter del D.Lgs. 163/2006);
  • le sanzioni alternative - (art. 11 del D.Lgs. n. 53/2010 - nuovo art. 245-quater del D.Lgs. 163/2006);
  • la tutela in forma specifica e per equivalente - (art. 12 del D.Lgs. n. 53/2010 - nuovo art. 245-quinquies del D.Lgs. 163/2006);
  • le modifiche alla disciplina processuale per le infrastrutture strategiche - (art. 13 del D.Lgs. n. 53/2010 - art. 246 del D.Lgs. 163/2006);
  • gli obblighi di comunicazione ed informazione alla Commissione dell'Unione Europea - (art. 14 del D.Lgs. n. 53/2010 - nuovo art. 251-bis del D.Lgs. 163/2006);
  • le abrogazioni, le norme di coordinamento e le norme transitorie - (art. 15 del D.Lgs. n. 53/2010);

Ricordiamo, per ultimo, che il decreto legislativo in argomento apporta notevoli ed importanti modifiche al Codice dei contratti (Dlgs. 163/2006).

A cura di Paolo Oreto

Link Correlati

Focus Codice